CHEESE 2005 – Nasce il coordinamento Città e Territori del Formaggio

Nell’ambito della manifestazione Cheese 2005 si è svolto un importante incontro promosso dall’Associazione Città del Bio a cui hanno partecipato i Comuni piemontesi più importanti nella produzione casearia. Sono intervenuti nell’occasione Mino Taricco, Assessore regionale all’Agricoltura, Bruna Sibille, Assessore regionale alla Montagna, Silvio Barbero, Segretario di Slow Food, Michele Porcari, Sindaco di Matera e coordinatore nazionale del progetto Res Tipica promosso dall’Anci, Marcello Mazzù, Sindaco di Grugliasco (To) e presidente dell’Associazione città del Bio. Ad accogliere i partecipanti erano presenti il Sindaco di Bra Camillo Scimone e l’Assessore al Turismo Michelino Davico, che hanno da subito espresso la loro piena adesione al progetto al centro dell’incontro: attivare Città e Territori del Formaggio, coordinamento dei territori di produzione del formaggio in Piemonte, rispondendo alla necessità di legare il prodotto al suo territorio di origine.
I presenti hanno unanimemente disposto l’avvio di alcune iniziative concrete, da attivare già nelle prossime settimane. Si è prima di tutto deciso di adottare, nelle situazioni di consumo alimentare gestite dalle istituzioni, le produzioni biologiche e tipiche del territorio e poi di favorirne l’inserimento nei “mercati su aree pubbliche”, canale antico ma quanto mai attuale per ricostituire circuiti economici locali.
È stato poi affrontato il tema dell’ormai prossimo appuntamento delle Olimpiadi invernali di Torino 2006, occasione in cui sarà indispensabile garantire visibilità ai territori e alla produzione piemontesi. A questo proposito il Sindaco Mazzù ha presentato il progetto L’Olimpo del Cibo, che vedrà la città di Grugliasco ospitare in concomitanza con l’evento sportivo appuntamenti dedicati alle eccellenze gastronomiche del paese, alla sua storia e alle sua tradizione.
Il segretario di Slow Food Silvio Barbero ha sollecitato un impegno concreto dei Comuni nel favorire la crescita di questo tipo di cultura, a partire dai territori di origine, e ha dichiarato la disponibilità di Slow Food a sviluppare occasioni di collaborazione con il neonato coordinamento.
Il prossimo appuntamento sarà a Roma il 4 novembre, con l’annuale edizione del Premio Roma dedicato ai migliori formaggi della campagna romana. Sarà l’occasione per coinvolgere tutte le città italiane interessate al progetto Città e Territori del Formaggio e strutturare su base nazionale il coordinamento.