SLOW FOOD ITALIA APS SI PREPARA A CELEBRARE IL SUO X CONGRESSO DALLA FONDAZIONE DEL 1986

Il congresso nazionale è l’organo di indirizzo politico dell’Associazione.
Al congresso partecipano tutti i delegati eletti con i criteri di rappresentanza stabiliti dal consiglio nazionale al fine di garantire la partecipazione democratica di tutti i soci alla vita associativa e all’elezione degli organi dirigenti (criteri di ammissione dei soci).
Spetta al congresso, inoltre, il rinnovo di tutte le cariche associative:

  • il comitato esecutivo;
  • il consiglio nazionale;
  • il collegio dei garanti;
  • il collegio dei revisori.
    Infine, il congresso delibera le variazioni allo statuto.

I delegati saranno chiamati a dare un indirizzo politico e a delineare un programma di lavoro conforme alla realtà italiana, tenendo presente la storia e le prospettive future di Slow Food Italia.

Il percorso congressuale prevede:

  • La realizzazione dei congressi nelle oltre 300 Condotte Slow Food in Italia, entro il 31 marzo 2021, salvo deroghe del comitato esecutivo e, in ogni caso, almeno sette giorni prima del congresso regionale di riferimento (scarica il regolamento congressi di Condotta). Entro 30 giorni dall’elezione del Fiduciario/legale rappresentante da parte del Comitato di Condotta/CER eletto nel Congresso, è obbligatorio comunicare l’eventuale variazione all’Agenzia delle Entrate competente. Di seguito trovate modulo apposito e le istruzioni. A comunicazione avvenuta invitiamo a depositare il documento di ricevuta, attestante la variazione, nell’apposita sezione documenti nell’area Condotte e inviarlo a congressoslowfooditalia@slowfood.it. Per ogni esigenza potete rivolgervi a Roberta r.rapetti@slowfood.it

  • la realizzazione dei congressi nelle Associazioni regionali Slow Food in Italia, entro il 30 aprile 2021, salvo deroghe del Comitato Esecutivo (scarica il regolamento Congressi Regionali). Nell’ambito di questi congressi saranno eletti i delegati al congresso (scarica il regolamento votazioni).

  • Il Consiglio nazionale, riunitosi in videconferenza lo scorso 11 aprile, prendendo atto dell’evoluzione della situazione pandemica e delle indicazioni giunte nei giorni precedenti da Regione Liguria e Comune di Genova, ha deliberato lo spostamento del Congresso nazionale di Slow Food Italia a sabato 3 e domenica 4 luglio 2021 a Genova. Il Congresso vedrà la partecipazione dei delegati sia in presenza, secondo quanto consentiranno i protocolli sanitari, che in collegamento streaming (scarica il regolamento del congresso nazionale).

 

I documenti in discussione al Congresso nazionale

Call to action

La sfida di un destino comune – documento di visione elaborato dal Consiglio nazionale di Slow Food Italia

Advocacy

Biodiversità

Educazione

Proposta impianto organizzativo

 

Mozioni

Il Consiglio nazionale di Slow Food Italia, nell’incontro del 31 gennaio 2021, ha discusso, posto ai voti e approvato all’unanimità una mozione che sollecita tutta l’associazione ad aggiornare i lavori verso il Congresso alla luce delle nuove condizioni che la pandemia ha determinato.

Il Consiglio nazionale il 22 febbraio 2021 ha licenziato un documento in cui sono contenute idee e proposte attorno al Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza. Questo documento è stato inviato alla Commissione Ambiente della Camera dei Deputati ma costituisce un utile strumento di riflessione per tutta la nostra rete.

 

Candidature al Congresso nazionale

Queste le candidature pervenute per il Comitato esecutivo di Slow Food Italia, con annesso progetto programmatico quadriennale 2021-2025 (ai sensi dell’articolo 3 del regolamento del congresso nazionale)

Roberta BillitteriGiacomo MiolaBarbara NappiniRaoul Tiraboschi e Federico Varazi 

 

Candidature ai Congressi regionali

Qui di seguito, i programmi e le candidature collegate – pervenute entro i termini stabiliti dall’articolo 4 punto 4 del relativo regolamento – per ciascun Congresso regionale.
Per decisione condivisa delle Condotte Slow Food e del Comitato Esecutivo regionale uscente di Marche, Friuli Venezia Giulia e Sardegna non sono stati proposti candidature e programmi per il mandato 2021-2025: saranno celebrate le assemblee regionali esclusivamente per nominare i delegati al Congresso nazionale.

 

Abruzzo e Molise Lazio Sicilia 1Sicilia 2
Basilicata Liguria Toscana
Calabria 1Calabria 2 Lombardia Trentino Alto Adige
Campania Piemonte e Valle d’Aosta Umbria
Emilia Romagna Puglia Veneto

 

  • Hai imparato qualcosa di nuovo da questa pagina?
  • SiNo