Basta un vino al giorno

365: un vino per ogni giorno dell’anno, a seconda della stagione e dell’abbinamento migliore con gli alimenti giusti. Disponibili in enoteca rigorosamente a meno di 10 euro. Questa la sfida della nuova Guida al Vino Quotidiano pubblicata da Slow Food Editore e presentata oggi al Vinitaly. Ideata nel 1992, ritorna con uno stile e un formato tutto nuovo, per presentare quei vini che rappresentano ben l’80% dei consumi sia in Italia che all’estero.
«Il volume che presentiamo oggi propone molti vini del 2012, anticipando così di circa sei mesi l’uscita delle altre guide», racconta il curatore Giancarlo Gariglio. «Vorremmo diventasse un vademecum per gli acquisti, fornendo pochi consigli ma giusti, visto che, nonostante tutto, abbiamo la fortuna di abitare in un Paese in cui il rapporto qualità-prezzo è ancora una delle carte vincenti».
«Presenti anche i vini biologici e biodinamici, che rappresentano il 40% delle etichette», come ricorda il curatore Fabio Giavedoni. L’interesse per i vini “senza chimica” del resto sta crescendo tra i consumatori, come dimostrano le manifestazioni parallele al Vinitaly e lo stesso Vivit all’interno della Fiera di Verona.
«A me piace definirli vini dialettali, perché proprio come i nostri dialetti regionali, sono fondamentali per comprendere la cultura e il cuore delle regioni italiane, ma richiedono una certa curiosità e un certo interesse per comprenderli a fondo», continua Fabio Pracchia, terzo e ultimo curatore. «Sono un vero invito al viaggio, all’incontro con i territori del vino italiano».
Etichette che dovrebbero essere presenti sul tavolo degli italiani perché fondamentali per sensibilizzare le giovani generazioni, molto più curiose e interessate rispetto a un tempo. «Il senso del vino quotidiano è che chiunque può permettersene un bicchiere buono e onesto al giorno», conclude Roberto Burdese, presidente di Slow Food Italia.

A fine aprile non perdetevi la App della Guida al Vino Quotidiano, disponibile scaricando Slow Wine 2013 sull’App Store.

The winegirls

 

 

 

 

  • Hai imparato qualcosa di nuovo da questa pagina?
  • SiNo