Vita dell’Artusi, il padre della cucina italiana

Nelle biblioteche culinarie delle famiglie italiane c’è un volume che non manca mai. È La scienza in cucina e l’arte di mangiar bene di Pellegrino Artusi, pubblicato nel 1891; il libro fu uno spartiacque nella cultura gastronomica dell’epoca e da allora ha contribuito a diffondere senza sosta la lingua del buongusto e l’arte dei sapori.

Ma quanto si sa dell’autore del ricettario più famoso e longevo al mondo?

Slow Food Editore ha pensato di colmare questo vuoto portando il libreria la sua Autobiografia  in formato tascabile. Qui sono raccolti i ricordi dell’infanzia trascorsa in Romagna, dove la famiglia tiene bottega a Forlimpopoli, fino al trasloco definitivo a Firenze e l’avvio di un lucroso commercio della seta.

Pagina dopo pagina prende forma un vivace affresco dell’Italia nella seconda metà dell’Ottocento; poche parole sono dedicate al cibo, eppure il libro rappresenta il completamento indispensabile de La scienza in cucina. Il motivo lo spiega bene nell’introduzione Alberto Capatti, noto storico della gastronomia:

«Ricette e piatti che prepariamo, ripetiamo, sono realtà giustapposte e contrapposte a vicende sentimentali, ad attività lavorative, a eventi e a veri e propri drammi e solo una comprensione complessiva li rende reali. Per questa ragione, la loro lettura, la loro concretizzazione in cose buone da pensare, se non potrà essere simultanea, sarà bilanciata, con il vantaggio di scorgere dietro un aneddoto faceto a proposito dei cappelletti all’uso di Romagna, dietro un giovane scapestrato ricondotto con la minestra materna, a miti ragioni, a una vita sociale di provincia, altrettante identità prese in prestito da Artusi o da lui ripudiate.


Il piatto è anche chi lo mangia, ed ecco, lasciata la forchetta e presa la penna, chi sono, dice nell’autobiografia, invitando a imitarlo con l’immaginazione e con l’appetito. Dopo la lettura, torneremo dunque ai suoi cappelletti, con maggiore consapevolezza della loro storia e di quella di coloro che li hanno allora preparati e ce ne hanno dato memoria, e ora, con questi ricordi, possiamo ricondirli, a nostro piacere.»

Autobiografia di Pellegrino Artusi

Collana: Tascabili Slow Food

Prezzo di copertina: 10,00 €

Prezzo online: 8,50 €

Prezzo soci Slow Food: 7,00 € (fino al 30 gennaio)

Avete già notato la nuova collana di Slow Food Editore?

Tascabili Slow Food – Il buono pulito e giusto alla portata di tutti

I grandi classici del nostro catalogo riproposti in un nuovo formato, con una vesta grafica inedita e a prezzi contenuti: il meglio della narrativa e saggistica slow, tra testi storici, biografie, saggi di ecologia e alimentazione, più tutti i libri di Carlo Petrini. La collana sarà composta da 20 titoli; i primi quattro – Buono, pulito e giusto di Petrini, Bread, Wine, Chocolate di Simran Sethi, l’Autobiografia dell’Artusi e Vino (al) naturale di Alice Feiring – esplicitano bene la ricchezza e la varietà dei temi trattati.

  • Hai imparato qualcosa di nuovo da questa pagina?
  • Si   No