Presidi Slow Food

In Italia, il Progetto dei Presìdi ha avuto, fin dal suo inizio, oltre dieci anni fa, un indiscutibile successo, non solo mediatico, ma soprattutto economico per i produttori. Si tratta di un progetto che non ha un termine, ma che anzi ha ancora ampie prospettive di sviluppo. Slow Food con l’obiettivo di istituire 150 nuovi presidi nel triennio 2011-2013, si pone ancora una volta in controtendenza rispetto alla politica e alle istituzioni, andando a lavorare e a incidere su agricoltura e microeconomie come nessuno sta facendo in questo momento, nella convinzione che questo sia il futuro del nostro Paese, in particolare in un periodo di crisi economica, lavorativa e sociale come quello dei nostri tempi.