Valtellina Sup. Sassella Sassi Solivi 2012, Cooperativa Triasso e Sassella


GLUCK – La bottiglia della sera

 

 

sassdove: a casa

con: spezzatino di varzese con patate

 

 

Questo vino ci regala una bella e intrigante prova di tipicità valtellinese: naso fine ed elegante, con note di piccoli frutti, succo e ricca bevibilità al palato. Insomma, tutto ciò che conta nell’esprimere le peculiarità del nebbiolo di montagna.

È realizzato da una delle più piccole cooperative in Italia, i cui soci coltivano alcune microparcelle di vigneti – situate in luoghi con pendenze vertiginose – un tempo lavorate da genitori e nonni, che rischiavano l’abbandono: un modello vincente di esaltazione del territorio e salvaguardia dei terrazzamenti della Valtellina.

 

 

Prezzo in enoteca 12 euro

 

 

 

Questa rubrica ospita il breve racconto/resoconto di una bottiglia di vino – o di birra – bevuta la sera precedente a cena da uno dei tanti collaboratori di Slow Wine. Non una grande bottiglia “celebrativa”, di quelle che si tirano fuori nelle ricorrenze, quanto piuttosto un vino (o una birra) “comune”, molto bevibile – molto gastronomico, come si usa dire adesso nel mondo della critica enologica – adatto al pasto e al portafoglio (nel senso del buon rapporto tra la qualità e il prezzo). Insomma una buona bottiglia che ha dato grande soddisfazione a chi l’ha bevuta e che, soprattutto, è stata scolata in un attimo, è finita velocissimamente a tavola con il cibo che l’accompagnava.