Di vini estremi ed estremi piaceri

  Il 14 novembre scorso la Banca del Vino di Pollenzo ha messo a confronto alcune delle più suggestive storie di viticoltura del nostro paese. Un incontro straordinario, a tratti emozionante, che ha chiarito a tutti i presenti il significato dell’espressione viticoltura eroica.   In ordine di apparizione: Lo Triolet – Valle D’Aosta, Luciano Capellini …

Venti anni di Salamartano

  Alessandro Nieri è giustamente orgoglioso di mostrare i vigneti che donano le uve al Salamartano. Le colline di Cerreto Guidi sono splendide e misconosciute. Alessandro che è nato da queste parti e dal 1988 ha continuato l’opera del padre nel valorizzare i vini di Cerreto Guidi si gode i nostri sguardi persi e ammirati …

Luci e ombre nella Romania del vino

  Benché le degustazioni seriali a suon di punteggi, stile tombola natalizia, ormai siano lontane dal nostro concetto di vino è sempre un piacere accettare l’invito di Cezar Ioan e Valentin Cefalu, bravi giornalisti rumeni che organizzano a Bucarest un concorso enologico rivolto alla stampa internazionale e focalizzato sullo stato di salute del vino rumeno.   …

Nuove annate in Rùfina oppure come passare il sabato mattina a Firenze

  Non era soltanto il calore del sole fiorentino a scaldare l’animo mentre percorrevo, a piedi, dalla stazione di Santa Maria Novella, il tragitto verso via Ghibellina con l’intento di assaggiare le nuove annate della Rùfina. No, ciò che dona emozione ed esaltazione a chi non è avvezzo a camminare queste strade è la bellezza …

Bartolo Mascarello, Barolo 1999. No Barrique, No Berlusconi

  Ho stappato ieri una bottiglia di Barolo 1999 Bartolo Mascarello*. Ricordo dove la comprai. Era la prima edizione di Terrà e Libertà/Critical Wine: Milano, Centro Sociale Leoncavallo 5-6-7 dicembre 2003. Ora il manifesto di quella iniziativa, voluta da Veronelli, si trova su una parete di casa mia accanto alle mappe, incorniciate, della Borgogna. L’etichetta …

Gita a Fornovo

  Afferrate la giacca, saltate nelle scarpe, prendete un bel calice (poi vi spiegherò perché), uno zaino capiente o un carrellino, e correte verso Fornovo di Taro, non lontano da Parma.   Proprio mentre sto scrivendo, sta per cominciare la seconda giornata di Vini di Vignaioli, scintillante manifestazione sul vino naturale, giunta quest’anno alla sua …

In difesa del paesaggio

  Nel corso della presentazione di Slow Wine 2012, Roberto Burdese, presidente Slow Food, è intervenuto con una riflessione sulla difesa del paesaggio tesa a sensibilizzare i produttori in sala. Burdese ha invitato i presenti a proteggere i terreni fertili dall’abuso di cemento che negli ultimi anni ha depredato una delle più importanti ricchezze del …

Mica siamo in Francia

  Una mia amica, in visita all’Enoteca Regionale del Barolo presso il Castello Falletti di Barolo ha chiesto gentilmente la carta geografica dei cru di Barolo, pensando che non esistesse luogo più adatto a tale richiesta. La risposta è stata «Cru? Mica siamo in Francia».   ll termine cru, nato in Francia e sempre in Francia …

SOStain, un altro approccio alla viticoltura sostenibile

Cosa significa fare viticoltura sostenibile? È possibile praticarla esclusivamente in regime biologico e biodinamico? In realtà non si può dare una risposta univoca a queste domande, come dimostra l’esperienza di questi mesi, in cui dovendo visitare più di 2.000 cantine in Italia per la guida Slow Wine 2012, abbiamo ascoltato una miriade di idee differenti. …

Arquata in Verticale

Adanti è una delle cantine umbre più prestigiose. In occasione del solstizio d’estate la nostra collaboratrice per l’Umbria, Barbara D’Agapiti, ha partecipato a una splendida verticale organizzata da Daniele Palini, direttore dell’azienda insieme al padre Alvaro. Ecco come è andata     ARQUATA VERTICALE – UMBRIA ROSSO IGT (CABERNET SAUVIGNON, MERLOT, BARBERA) con Daniele Palini, …