Di Veronelli e dei suoi vini

Dalla sua scomparsa, Novembre 2004, a oggi la presenza di Luigi Veronelli ha assunto proporzioni enormi nel mondo del vino italiano. Non pensiamo che questa devozione postuma sia soltanto forma di ossequio alla memoria di un uomo che, tra i primi, ha incarnato la figura di critico illuminato e comunicatore efficace della viticoltura. Si è …

Esperienze a confronto

Non c’è molto tempo per riflettere. Il ritmo imposto dalle visite in cantina impedisce sovente la metabolizzazione intellettuale degli incontri e delle parole; quelle spese e quelle ascoltate.Però a Montalcino la successione di un paio di cantine mi ha così colpito che, da subito, ho isolato queste due visite in un unico momento, bellissimo per …

Appennino Toscano: secondo atto

“Follia” questa è stata la parola spesa maggiormente da tutti gli invitati alla presentazione dell’annata 2009 dei Pinot Nero prodotti dalle aziende riunite nell’Associazione Appennino Toscano-Vignaioli di Pinot Nero.   E infatti raccontare di queste realtà vitivinicole appese sulle pendici dell’Appenino toscano fa venire in mente, d’acchito, una storia donchisciottesca dove la follia e la …

Giglio e Valtellina, due viaggi da non perdere

Scoprire l’unicità del vigneto Italia, le storie di vita, i vini. Questo il senso che accompagna il nuovo progetto della Banca del Vino: IN VIAGGIO CON LA BANCA DEL VINO. Un percorso che porta il progetto di riqualificazione del vino da invecchiamento italiano che ha sede presso l’Agenzia di Pollenzo, ad uscire dalla sede sabauda …

Consigli per vignaioli consapevoli

Si parla di contadini e di “sviluppo agricolo devastante” nella lunga e intensa intervista che Giuliano Battiston, sul blog culturale della casa editrice Minimum Fax, minima et moralia, ha realizzato con Silvia Pérez-Vitoria, documentarista, economista e sociologa. La studiosa è tornata a occuparsi della questione contadina nel suo ultimo libro edito da Jaca Books dal …

Un vitigno da riscoprire

Il negretto, negrettino o maiolo è un antico vitigno oggi quasi estinto, un tempo allevato in Emilia Romagna, come ci ricorda Pietro de’ Crescenzi nel suo celebre Trattato dell’Agricoltura. Caratterizzato da una bacca particolarmente scura e da una notevole resistenza all’oidio, veniva usato in uvaggio per conferire colore e robustezza. All’inizio del ‘900, in fase …

L’alt(r)o Piemonte

Si parla molto di nebbiolo del nord Piemonte: a ragione. Il rigore espressivo e il severo ordito tannico che caratterizzano il re dei vitigni in questa area geografica hanno trovato da qualche anno una pienezza organolettica in grado di accorciare sensibilmente i tempi di comprensione dei vini prodotti. I motivi credo siano molteplici da un …

Sotto il Vulcano

L’accoglienza della Montagna è uno sbuffo di cenere e lapilli che costringe il mio aereo a un’oretta da avvoltoio sopra l’aereoporto di Catania. Un avvertimento o un benvenuto?   L’Etna è viva e nessun racconto ascoltato o immagine scrutata rende tale verità quanto la visione, maestosa e sacra, del suo profilo, pulsante energia direttamente dal …

Piccoli Chianti crescono

Il privilegio di assaggiare alla Stazione Lepolda di Firenze le nuove annate della copiosa produzione Chianti Classico regala sempre qualche sorpresa, tale almeno per me, in grado ogni anno di rinnovare, come fosse la prima volta, lo smisurato amore per questo magnifico territorio .   Così, ormai è una tradizione, dopo una pausa di circa …

Benvenuta Cecilia e benvenuta Vernaccia

  La settimana delle Anteprima toscane non tralascia mai di imprimere in noi profonde tracce emozionali.   La più importante e lieta è quella che ha costretto Giancarlo Gariglio a strappare dall’ultimo bicchiere di Champagne Davide Panzieri e Jonnie Gebser per tornare in Piemonte, dove, meno di ventiquattro ore dopo, sarebbe venuta al mondo la primogenita …