Lunga vitE alle donne del vino

“Lo stipendio è più basso rispetto agli uomini che fanno il loro stesso mestiere, devono faticare il doppio per affermarsi, sacrificano la famiglia in favore del lavoro e spesso sono vittime di sessismo”. Questo è ciò che è emerso dall’indagine–sondaggio richiesta dall’Associazione nazionale Le Donne del Vino e presentata a Roma il mese scorso.Le “Donne …

I fantastici 4 – parte 2

Dopo i magnifici 5 arrivano i fantastici 4. Ecco quali sono i “migliori” vini del 2016 secondo le ragazze della redazione Slow Wine:   Bianca Luce Bonetti: «Il Vino da anni è entrato a far parte della mia vita. Da quando ci siamo conosciuti, ha incominciato a inserirsi con una certa frequenza nel mio bicchiere accompagnandomi …

I magnifici 5: i migliori vini del 2016 per la redazione Slow Wine

Il 2016 si è appena concluso ed è tempo di bilanci. Ecco cosa hanno risposto i “ragazzi” della redazione di Slow Wine alla domanda: «qual è il vino “migliore” che avete bevuto lo scorso anno?»   Giancarlo Gariglio: «Come tutti gli anni, dal 2002 a oggi, assaggio alcune migliaia di vini all’anno, per cui segnalarne …

Dove finiscono le nostre parole?

Uno dei ruoli che la critica enologica italiana dovrebbe assumere è quello di diffondere la cultura del vino a un pubblico più ampio ed eterogeneo possibile, non identificato solo dagli appassionati. Questa funzione, nonostante la moltiplicazione dei mezzi di comunicazione, stenta ad assumere contorni ben definiti e fatica a imporsi con continuità, soprattutto nella sua …

Il bicchiere secondo Gravner

Fino a oggi ho parlato con Joško Gravner tre volte, tutte nella sua cantina in località Lenzuolo Bianco di Oslavia. Ogni incontro si è impresso nella mia memoria come un momento di crescita. L’ascolto delle parole di Joško ha iniettato di nuova linfa il modo in cui vivo la viticoltura, amplificando di un più compiuto …

La verità della viticoltura

La Vernaccia di Oristano Riserva 1999 dei Fratelli Serra che stasera riempie il bicchiere appartiene alla bottiglia acquistata questo pomeriggio nella cantina di Zeddiani a due passi da Oristano. La visione della flor da una botte di castagno è l’immagine che accompagna il sorso: un velo bianco intravisto nell’oscurità della cantina ha balenato il suo …

La scusa del pinot nero e i vignaioli dell’Appennino toscano

La splendida cornice… era appena stata imballata quando sono entrato nell’androne del Palazzo del Vicario di Scarperia, borgo nel cuore del Mugello. Si tratta di un affresco del Trecento posto sul pianerottolo della prima scalinata, raffigurante San Cristoforo; destinazione Uffizi, per una mostra temporanea. Dopo la delicata fase dell’imballaggio, sono potuto passare per assistere alla …

Vigne in viaggio

Dalla prima pagina di Winenews del 9 Aprile scorso riprendo una notizia inquietante. Secondo uno studio del centro ricerche Conservation International, nel 2050, cioè tra poco più di 35 anni, la viticoltura mediterranea sarà a rischio estinzione a causa dei cambiamenti climatici.   La percentuale dei vigneti in pericolo è di circa l’86%. La viticoltura, …

Oltre i 700 metri! La viticoltura alta

Se qualcuno pensa che praticare l’attività vitivinicola sia relegata a protocolli, modelli predefiniti da manuali di viticoltura ed enologia, ha sbagliato. Soprattutto se ci si imbatte nel complesso mondo del vino di montagna, o meglio, di quel vino strettamente legato alle specificità di territori estremi, fuori dal comune e dall’immaginario di qualsiasi tecnico o matematico …

I mille profumi di un buon Aleatico

È stato presentato alla Camera di Commercio di Livorno un interessante volume sull’aleatico dal titolo:”L’Aleatico dai mille profumi” scritto da Giancarlo Scalabrelli, professore di Viticoltura presso l’Università di Pisa e Claudio D’Onofrio, ricercatore del dipartimento di coltivazione e difesa delle specie legnose G. Scaramuzzi dell’Universita di Pisa.   Il libro cerca di ricostruire lo sviluppo …