Stiamo con il sughero!

Carlo Cracco«Una materia che non si esaurisce, che ricresce e rappresenta il massimo della sostenibilità. Vi invito a riscoprirla, a guardarla con occhi diversi, pensando a tutto il ciclo: dal bosco, alla raccolta, passando dalla trasformazione e fino al riciclo. Ecco perché “Io sto col sughero”». Carlo Cracco presenta la campagna internazionale di promozione del sughero che riparte in Italia e in altri sei Paesi europei ed extraeuropei.

E con Carlo Cracco, ambasciatore d’eccellenza e interprete ideale del concetto di altissima qualità e valore che la campagna desidera veicolare, sono d’accordo la maggior parte degli italiani: l’85% considera che un tappo di sughero sia quello migliore per assicurare la qualità del vino, il 90% pensa che il rituale di aprire una bottiglia e annusare il tappo di sughero sia irrinunciabile e inoltre più della metà degli intervistati (il 57%) è disposto a pagare di più per una bottiglia di vino chiusa con un tappo di sughero. Sapete poi che sono 2,2 milioni gli ettari di foreste di sughero nel bacino del Mediterraneo? (solo in Italia ne possiamo vantare 225.000). Un patrimonio che assorbe 14 milioni di tonnellate all’anno di CO2 in pratica le emissioni della produzione vitivinicola. Ci piace dunque il sughero perché protegge il gusto e il nostro pianeta, è un materiale riciclabile al 100%, totalmente naturale, prodotto da una quercia che cresce in territori a rischio di desertificazione, difendendoli dagli incendi: la foresta di sughero è l’unica barriera naturale che impedisce al Sahara di arrivare al Sud dell’Europa

Noi di Slow Food non potevamo dunque che condividere e partecipare a questa iniziativa con la nostra Slow Wine (che ha tra i suoi sostenitori proprio i promotori di questa campagna) legandola al suo racconto del vino, buono, pulito e giusto. Insieme ci teniamo a ribadire l’importanza della promozione del sughero e delle sue straordinarie caratteristiche a favore del gusto e dell’ambiente. Un legame che si rinnova anche durante i nostri grandi eventi quando insieme a Rilegno (partner sistemico dei nostri eventi), raccogliamo i tappi delle nostre Enoteche che saranno poi riciclati.

Vi invitiamo allora a partecipare e condividere la campagna, godervi il video a frequentare la pagina Facebook e a visitare il sito. E, naturalmente, a stare con il sughero!

La campagna Io sto col sughero è sostenuta e finanziata da Apcor (Associazione Portoghese dei Produttori di Sughero), da Assoimballaggi/Federlegnoarredo e Rilegno, insieme alle aziende produttrici Amorim Cork Italia, Sugherificio Ganau, Sugherificio Molinas e Mureddu Sugheri.