L’Emilia Romagna ha registrato un’annata olivicola allineata con il Centro e Sud Italia, quindi caratterizzata da basse produzioni in campo per via dei diffusi attacchi di mosca olearia. È stata più colpita la zona costiera e meno le aree interne e l’areale Brisighellese. La causa dell’elevata proliferazione della mosca olearia è da ricondurre alle condizioni climatiche favorevoli al suo sviluppo, in particolare a un mese di agosto relativamente mite che non ha raggiunto picchi di temperatura elevati. Negli assaggi di quest’anno si sono distinti oli provenienti dai vari areali: a regalare “emozioni” sono stati due monovarietali, uno di Nostrana di Brisighella e l’altro di Ghiacciola, e ci sono piaciuti, in modo particolare, gli oli prodotti nel Riminese. Ecco quindi la nostra selezione, che conta 8 aziende e 14 oli.

Lorenzo Cerretani

I produttori