Il piacere della birra è tra noi! Ma che tipo di libro è?

Quando abbiamo iniziato a pensare a come sarebbe dovuto essere Il piacere della birra, non lo nego, eravamo piuttosto confusi. Un manuale sulla birra… fatto a oltre vent’anni dalla nascita del movimento birrario italiano… Avevamo un modello così impegnativo a cui ispirarci come Il piacere del vino, un volume che ha insegnato a bere vino a migliaia di appassionati.

Come fare allora? La nostra sfida era spiegare cosa è la birra, come si fa, con quali materie prime, ma soprattutto quanto questa bevanda sia un elemento centrale per moltissime culture in giro per il mondo.

Per questo ne Il piacere della birra troverete una prima sezione dove sono descritte le materie prime con le quali si produce la birra con due approfondimenti sul luppolo in Italia e sullo sviluppo di lieviti autoctoni per la fermentazione. Nel secondo capitolo raccontiamo invece come si fa la birra. Abbiamo cercato di essere qui, come nel resto del libro, precisi e approfonditi, ma leggeri. Grazie all’aiuto di Flavio Boero troverete la rassegna dei difetti della birra e le loro cause.

La parte centrale del volume è, invece, dedicata alla cultura della birra. Non volevamo affrontare la classica suddivisione stilistica, sarebbe stato troppo parziale. Abbiamo così deciso di costruire 10 tappe per ognuna delle nazioni che hanno avuto un ruolo nella storia della birra. 10 tappe in Belgio, 10 tra Germania e Repubblica Ceca, 11 nel Regno Unito e 10 negli Stati Uniti. E per scriverle ci siamo affidati anche alle penne di amici birrai e di alcuni tra i più importanti giornalisti di settore.

Dopo aver scoperto tutto ciò si affronta come la birra va consumata. Anche qui abbiamo voluto provare a essere quanto più esaustivi possibile. Per questo troverete la descrizione del giusto contenitore in cui bere, del modo corretto di conservare e degustare la birra. Infine, grazie alla consulenza di Michele Galati, publican del The Dome di Nembro (Bg), come servirla a casa e al pub.

Infine, non potevamo non raccontare l’Italia. Per farlo abbiamo, di nuovo, scelto il viaggio. Dieci itinerari in Italia, per raccontare 40 luoghi che possono ben riassumere cosa sia oggi la scena italiana. Non solo birrifici, ma anche pub e locali che promuovono questa splendida bevanda. Anche qui abbiamo chiesto una mano al nostro splendido gruppo di coordinatori della Guida Birre d’Italia.

Questo è Il piacere della birra. Un modo per divertirsi attraverso belle storie. Un modo per conoscere meglio la birra. Un modo per studiare e bere sempre più consapevolmente.

Per chi non lo sappia Il piacere della birra è in vendita qui.

  • Filippo Leone

    Libro senza dubbio estremamente interessante, l’ho acquistato qualche giorno fa.
    Ho molti dubbi sulla gestione della sezione finale: i 40 “posti” che sarebbero in grado di raccontare il movimento brassicolo italiano presentano numerose lacune.
    Quelle che ho notato io e non saranno certamente le uniche, sono la mancanza di alcune eccellenze lombarde (Brewfist, La Buttiga e Manerba per fare qualche nome) e la totale assenza di una regione come l’Umbria, che è in grado di fornire nomi di spicco come Monastero di San Biagio e Birra Perugia (sempre per fare solo alcuni nomi).
    Forse si poteva fare un piccolo sforzo in più per completare questa parte del volume, presentando un panorama italiano non dico completo, ma più articolato senza dubbio.

    • Giancarlo Orlandini

      congratulazioni. mi auguro che ne tengano conto nella prossima edizione.