Buon 2011

Il 2010 per noi è stato importante perchè ha sancito un nuovo e più vicino rapporto tra Slow Food e il mondo del vino. Attraverso la nuova guida, abbiamo cercato di trasmettere i valori condivisi con i contadini di tutto il mondo alla complessa viticoltura italiana. Siamo solo all’inizio e cercheremo di migliorare. Ringraziamo tutti …

Breve storia delle mie festività

  Natale anni ottanta: vermouth e Asti Spumante Nel 1980 avevo sette anni e mi astenevo dal vino anche se mio nonno me lo faceva assaggiare. Ricordo in particolare il vermouth che la mia famiglia offriva agli amici e ai parenti che venivano a frotte. Il vermouth è indimenticabile, così come l’Asti Spumante servito da …

Vent’anni dopo

Qualche giorno fa la condotta Slow Food di Torino ha organizzato un memorabile evento intitolato “20 anni dopo”, una degustazione di otto Barolo della vendemmia 1990. Come ha spiegato Alfio Cavallotto il 1990 è stato un’annata piuttosto classica, non grande: ma chi ha lavorato in maniera rigorosa è riuscito a ricavare risultati più che memorabili. …

Drink local, fuck global e Buon Natale

  Siamo affascinati dalle bottiglie eccezionali e introvabili, chi non lo è tra gli amanti di vino: il colpo di genio dell’unicità celebra la festa in modo sacrosanto. Però in questo tripudio di pranzi e cene, di merende e aperitivi, godetevi i vostri vini. Se non potete fare a meno della grande griffe, concedete però …

Ognuno è ciò che beve (o che porta da bere a cena)

Luogo del ritrovo l’impeccabile ristorante Gatto Nero di Torino, gestito dall’amico e collaboratore di Slow Wine Andrea “Gattino” Vannelli, che non solo ci ha proposto un menu perfetto per qualità, scelta dei piatti e numero di portate ma ci ha permesso di arrivare alla cena con una bottiglia a testa proveniente dalla nostra cantina personale, …

Slow Wine 2011: a voi l’applicazione per il mondo Apple

  È stato un lavoro lungo e impegnativo, ma da oggi su Apple Store è possibile scaricare in formato digitale la Guida che ha cambiato l’approccio al vino degli appassionati.   La scorsa estate, sembra ormai un secolo, mentre in redazione stavamo sudando e i nostri sguardi si alzavano dalla scrivania solo per scambiarci opinioni …

Gattinara

  L’area vitata di questo rosso, che festeggia quest’anno il ventennale della Docg, è di un centinaio di ettari, situati sulle colline intorno al paese. Vale la pena di sottolineare le particolarità del suolo su cui nasce il Gattinara: non il classico terreno calcareo da cui provengono gli altri grandi rossi piemontesi (e non solo), …

Il vino vecchio

Parlare di vecchie annate esercita un immenso fascino negli appassionati di vino. Questo fatto non è così scontato, dato che veniamo da un decennio nel quale le innovazioni tecnologiche, gli ingenti investimenti e l’allargamento delle zone vitivinicole sembrava dovessero cancellare il passato, prospettando una magnifica nuova realtà per i nostri vini, contraddistinti in modo crescente …

Quelli che… Le Guide

Il pubblico di produttori era folto e numeroso, quello dei blogger un po’ meno. Noi guidaioli eravamo molti (6): Giampaolo Gravina (Espresso), Giorgio Melandri (Gambero Rosso), Mario Busso (Vini Buoni), Daniel Thomases (Veronelli) e Ian d’Agata (Italy’s Best Wine), più il sottoscritto per Slow Wine 2011.   Le tematiche messe in campo dal bravo e preparato Guido Ricciarelli erano ricalcate, almeno così mi è parso, …

Quattro salti in Mosella

  Verticalità   Nei piccoli e incantevoli borghi della Mosella i tetti delle case formano angoli acuti molto pronunciati – verticali – per meglio scaricare la neve, che qui però non è poi tanto frequente. Si direbbe che l’architettura segua uno stile che non si spiega solo con la funzionalità. Le vigne affacciate sul tortuoso, …