Post Vinitaly – Polemiche e semplici risposte

  Siamo lenti, lo sappiamo e non siamo ancora entrati in tutti i post dedicati da alcuni blog alla nostra nuova avventura di Slow Wine. Premetto che non lo abbiamo fatto perché siamo snob e ci riteniamo al di sopra delle parti, ma piuttosto perché a Vinitaly siamo stati occupati a parlare con i tantissimi …

Slow Wine 2011

  Sarà un nuovo modo di parlare di vino in Italia, attraverso una semantica che sposta l’attenzione dal bicchiere verso le vigne e i territori. Il compito, che già da un anno ci vede impegnati in corsi di formazione e visite, è gravoso. Ed è solo grazie all’investimento di numeroso energie umane ed economiche che …

Nuova Guida Vini Slow

  L’anteprima nazionale sta suscitando molta curiosità nel variegato mondo enologico italiano. Non possiamo anticipare molto: tra le nostre intenzioni la pubblicazione dovrà riformulare un diverso approccio degli appassionati al vino italiano di qualità, inteso come prodotto di territorio, e quindi riconducibile ad esso. La presentazione anticiperà il nome e la grafica della pubblicazione, oltre …

Naturale o convenzionale: questo è il problema!

  La frattura tra le due parti è chiara: l’uso della chimica nelle diverse fasi dello sviluppo della pianta. In questi anni di numerose visite aziendali non sono riuscito a chiarirmi le idee, anzi, il suono delle diverse campane ha generato in me una maggiore e confusa curiosità. Ammetto l’inclinazione personale verso la gestione bio …

Auguri a Giulio Gambelli

La sua figura rappresenta più di ogni altra il legame tra il vitigno toscano e il territorio di provenienza. Il palato di Giulio ha tenuto a battesimo e vagliato alcuni tra i più grandi vini italiani: Pergole Torte, Case Basse, Poggio di Sotto, per citarne alcuni, e molti, grandi, Chianti Classico, suo territorio di elezione. …

La Terra è Viva

  Nicolò Incisa mi ha donato un libro scritto da suo padre, Mario Incisa della Rocchetta e pubblicato, circa 15 anni fa, dalla Libreria Editrice Fiorentina nella collana “Quaderni d’Ontignano”. Il titolo del libro è “La terra è viva. Appunti di scienza contadina per una via italiana all’agricoltura biologica”. Per me è stata un’epifania. Scritto …

Le parole sono sassi: anche nel vino

  Ma non è solo una questione di grammatica ridondante: l’abuso di termini e metafore denuncia carenze di significato. Come spesso succede una falla lessicale ne rivela altre di natura diversa. In altre parole dire di un vino i profumi ricordano il fico di d’india quando gli umori della notte mediterranea vengono sublimati dall’aurora, risulta …

Per un nuovo concetto di degustazione

  La dimensione orizzontale della degustazione mette con le spalle al muro i vini, evidenziando, nel lungo periodo, nella serialità del processo, più i difetti che le peculiarità positive di ogni singolo vino, in nome di una perfezione formale che forse ha fatto il suo tempo. Sul piatto della bilancia di un vino la cosiddetta …

Benvenuto Brunello 2010: fuori di Fortezza (seconda parte)

Le nostre Colonne d’Ercole sono state le porte dell’Enoteca Osticcio a Montalcino dove si potevano degustare quasi tutti i Brunello 2005 e Riserva 2004 non presenti nella sede istituzionale del Consorzio. Non entrando nel merito della decisione di queste aziende di stare fuori dalla manifestazione, dobbiamo però riportare le sensazioni gustative delle bottiglie assaggiate nel …

Benvenuto Brunello 2010: bentornato sangiovese (prima parte)

Perfetta maturazione delle uve per l’annata 2004 grazie ad una stagione praticamente idilliaca per la viticoltura, più problematica, con piogge in fase vendemmiale, l’annata seguente, che ha visto molti produttori cogliere con uno sviluppo fenolico delle uve non ottimale. I vini assaggiati sono la naturale conseguenza dell’andamento climatico. Ma più che paragonare due annate così diverse …