Il Feroce Salatino

Una volta fatta l’esperienza non vedevi l’ora di farla vivere a qualche amico. Arrivavi a Chassagne-Montrachet e chiedevi dei signori Chauve. «Dove c’è il cane», ti rispondevano enigmaticamente. Non capivi finché non frenavi bruscamente per non investire un cagnone simile in tutto e per tutto a Pluto tranquillamente sdraiato in mezzo alla strada, davanti appunto …

Due o tre cose che so sulla biodinamica

Discutere di biodinamica a volte risulta veramente fastidioso. Sembra che non si possa parlare serenamente di questo metodo agricolo senza sollevare una vuota ortodossia da parte di giornalisti e produttori.   A me sembra che a capo di questa confusione ci sia un problema di prospettiva. L’agricoltura biodinamica non coincide solo con la viticoltura, il …

A rischio estinzione

Il pezzo (ecco qui il link) prende spunto dalla violenta accoglienza che i pastori sardi, sbarcati a Civitavecchia per raggiungere Roma, hanno ricevuto dalle forze dell’ordine. I pastori volevano arrivare nella capitale per portare davanti al Governo la loro protesta.   Il tutto nasce dalla crisi del settore della pastorizia sarda. Il crollo del prezzo del latte, …

Slow Wine  A new wine guide that looks beyond the glass

For 20 years, Slow Food co-published the Italian Wines guide with Gambero Rosso, arguably the most famous and influential wine publication in Italy. The much sought-after “three glasses” awards stimulated producers to aim for maximum quality, hence to change the Italian wine scene and its image abroad. But the Slow Food quality criteria have developed …

Slow Wine  A new wine guide that looks beyond the glass

For 20 years, Slow Food co-published the Italian Wines guide with Gambero Rosso, arguably the most famous and influential wine publication in Italy. The much sought-after “three glasses” awards stimulated producers to aim for maximum quality, hence to change the Italian wine scene and its image abroad. But the Slow Food quality criteria have developed …

Buon 2011

Il 2010 per noi è stato importante perchè ha sancito un nuovo e più vicino rapporto tra Slow Food e il mondo del vino. Attraverso la nuova guida, abbiamo cercato di trasmettere i valori condivisi con i contadini di tutto il mondo alla complessa viticoltura italiana. Siamo solo all’inizio e cercheremo di migliorare. Ringraziamo tutti …

Breve storia delle mie festività

  Natale anni ottanta: vermouth e Asti Spumante Nel 1980 avevo sette anni e mi astenevo dal vino anche se mio nonno me lo faceva assaggiare. Ricordo in particolare il vermouth che la mia famiglia offriva agli amici e ai parenti che venivano a frotte. Il vermouth è indimenticabile, così come l’Asti Spumante servito da …

Vent’anni dopo

Qualche giorno fa la condotta Slow Food di Torino ha organizzato un memorabile evento intitolato “20 anni dopo”, una degustazione di otto Barolo della vendemmia 1990. Come ha spiegato Alfio Cavallotto il 1990 è stato un’annata piuttosto classica, non grande: ma chi ha lavorato in maniera rigorosa è riuscito a ricavare risultati più che memorabili. …

Drink local, fuck global e Buon Natale

  Siamo affascinati dalle bottiglie eccezionali e introvabili, chi non lo è tra gli amanti di vino: il colpo di genio dell’unicità celebra la festa in modo sacrosanto. Però in questo tripudio di pranzi e cene, di merende e aperitivi, godetevi i vostri vini. Se non potete fare a meno della grande griffe, concedete però …

Ognuno è ciò che beve (o che porta da bere a cena)

Luogo del ritrovo l’impeccabile ristorante Gatto Nero di Torino, gestito dall’amico e collaboratore di Slow Wine Andrea “Gattino” Vannelli, che non solo ci ha proposto un menu perfetto per qualità, scelta dei piatti e numero di portate ma ci ha permesso di arrivare alla cena con una bottiglia a testa proveniente dalla nostra cantina personale, …