Addio ad Aldo Conterno, un grande di Langa

Tratto dalla rivista Slowfood 4, Settembre 2004   Aldo Conterno, classe 1931, inutile negarlo, è la storia del Barolo di Monforte. Lui e il fratello Giovanni, mancato solo poche settimane fa, hanno dato vita a due differenti aziende con le quali hanno segnato un cammino, hanno indicato la strada, hanno contribuito a far conoscere nel …

Nebbiolo Prima, Terza Puntata

CASTIGLIONE FALLETTO Bello come sempre il Rocche dei Brovia: naso integro di bella dolcezza con qualche curiosa nota d’erba e spezia – attacco gentile di bel volume, frutto grazioso e scattante che emerge soprattutto nel finale, molto vivo, tannini fini ma ancora un po’ rigidi… come giusto che sia.   il Villero di Giacomo Fenocchio, …

Alta tensione in Chianti

L’alta tensione del titolo non si riferisce alla votazione per il nuovo assetto della denominazione del quale, speriamo, vi renderemo presto conto, quanto di una giusta presa di posizione da parte di un gruppo di cittadini che hanno costituito un comitato contro la costruzione di un elettrodotto dalla portata di 380 Kv che minerebbe per …

Le bottiglie di Gino Veronelli

  La giornata del 24 maggio sarà ricordata a lungo dalle persone che hanno avuto il privilegio di partecipare alla degustazione di 8 vini custoditi dalla cantina di Gino Veronelli.   Grazie all’impegno di Gian Arturo Rota, curatore dell’archivio di Luigi e della sua cantina, abbiamo vissuto emozioni profonde.   Emozioni dalla duplice natura. Per prima …

Lecce: la presentazione nazionale degli Extravergini

La città di Lecce, il 19 e 20 maggio, si è trasformata nella capitale dell’eccellenza olivicola italiana. Qui, in collaborazione con Slow Food Puglia e l’Assessorato alle Risorse Agroalimentari si è svolta la presentazione nazionale della dodicesima edizione della Guida agli Extravergini edita da Slow Food Editore.   Presso l’ART Hotel di Lecce si sono …

Di Veronelli e dei suoi vini

Dalla sua scomparsa, Novembre 2004, a oggi la presenza di Luigi Veronelli ha assunto proporzioni enormi nel mondo del vino italiano. Non pensiamo che questa devozione postuma sia soltanto forma di ossequio alla memoria di un uomo che, tra i primi, ha incarnato la figura di critico illuminato e comunicatore efficace della viticoltura. Si è …

Quando una schiava diventa regina

Questa etichetta infatti è nata nel 1962 per un fatto casuale: l’anno precedente i “padri” della città di Villach (in Carinzia, Austria) andarono a Cornaiano per comprare del vino da bere durante i festeggiamenti per i 950 anni della città, che si sarebbero tenuti di lì a poco. Il kellermeister della Cantina Girlan selezionò durante …

Nebbiolo Prima: Barbaresco e alcuni comuni del Barolo!

BARBARESCO Anche se il Barbaresco di solito non raggiunge il grado alcolico del Barolo, le gradazioni alte con il 2009 si fanno sentire, sia nei profumi sia al palato; i vini perdono un po’ in bevibilità e descrittori come caldo, maturo, morbido hanno preso il sopravvento nelle note di degustazione … ecco qua alcune delle …

Nebbiolo Prima

Siamo ormai quasi alla fine di Nebbiolo Prima, l’anteprima della nuove annate di Roero, Barolo e Barbaresco, che si svolge in questi giorni ad Alba. Oggi ancora in assaggio gli ultimi Barolo di Serralunga e le Riserve. Per il momento vi regaliamo alcune delle nostre prime impressioni! Tra le varie anteprime italiane Nebbiolo Prima è …

Esperienze a confronto

Non c’è molto tempo per riflettere. Il ritmo imposto dalle visite in cantina impedisce sovente la metabolizzazione intellettuale degli incontri e delle parole; quelle spese e quelle ascoltate.Però a Montalcino la successione di un paio di cantine mi ha così colpito che, da subito, ho isolato queste due visite in un unico momento, bellissimo per …