Riconoscimenti Slow Wine 2019: Calabria e Sicilia

Potrete incontrare i responsabili delle aziende segnalate qui sopra, e assaggiare i loro vini, durante la presentazione di Slow Wine 2019, prevista sabato 13 ottobre a Montecatini Terme. Per informazioni e prenotazioni sulla grande degustazione clicca qui. CALABRIA Se in questa Guida si potessero utilizzare delle immagini, sostituiremmo tutta questa premessa con una fotografia. Una …

Riconoscimenti Slow Wine 2019: la Sardegna

La Sardegna ha un territorio esteso, con zone particolarmente vocate per la viticoltura e molto diverse tra loro. L’estrema articolazione ampelografica è testimoniata dalla presenza di circa 150 vitigni autoctoni, ognuno con le proprie caratteristiche e peculiarità. Cannonau e Vermentino sono senza dubbio i due vitigni portabandiera della regione. Percorrono chilometri e chilometri nel vasto …

Slow Wine Scouting – Tenuta Benedetta (Toscana – Sicilia)

I mesi primaverili ed estivi sono quelli in cui effettuiamo la maggior parte delle visite alle aziende per la redazione di Slow Wine; oltre a ritornare nelle cantine già presenti nelle passate edizioni della guida andiamo a visitare anche nuove realtà, scovate setacciando a fondo i vari territori vitivinicoli d’Italia, che ci piacciono parecchio ma …

Riconoscimenti Slow Wine 2019: la Puglia

Potrebbe apparire un esercizio retorico trito e ritrito affermare che la Puglia continua a crescere nella qualità della sua proposta vitivinicola, eppure non è così scontato ribadirlo, soprattutto se si pensa che la maggior parte dei vini degustati per questa edizione della guida proviene dal millesimo 2017, uno dei più difficili degli ultimi anni. Un’annata …

Riconoscimenti Slow Wine 2019: il Piemonte

Iniziamo spendendo qualche parola sul 2014 nelle Langhe. Da una parte, come già avevamo segnalato nella passata edizione della guida, si conferma l’ottimo livello dei Barbaresco, non pochi dei quali escono un anno dopo la data consentita dal disciplinare; a nostro parere un millesimo migliore del 2015, annata calda e dunque sempre difficile da interpretare …

Riconoscimenti Slow Wine 2019: le Marche

“Le Marche: una regione al plurale” recita un famoso spot istituzionale. In realtà è così anche dal punto di vista viticolo: da nord a sud una miriade di vitigni autoctoni, cresciuti e acclimatati sul territorio, danno vita a una pluralità di Denominazioni di Origine che le differenti caratteristiche pedo-climatiche rendono uniche. È anche questo uno …

Riconoscimenti Slow Wine 2019: Lombardia

Una fotografia reale della vitivinicoltura lombarda evidenzia una triste realtà: la vitivinicoltura lombarda non esiste! Attorno a questa apparente provocazione è custodito il lavoro ormai decennale di Slow Wine, volto a evidenziare e a enfatizzare l’immagine frastagliata e disomogenea di questo ampio distretto regionale. Il quadro generale che emerge è la presenza di areali viticoli …

Liguria e Valle d’Aosta, mare e monti con tante convergenze! Come sono andate su #SW2019?

LIGURIA Uno spicchio di luna che si protende sul Mediterraneo, questa è la Liguria. Colline, montagne, rare pianure e lingue di terra che fanno di tutto per non rotolare verso il mare, ingoiate dalle onde. La regione, per conformità orografica, è particolarmente soggetta agli agenti atmosferici, difficile da governare – pensiamo a tutto il cemento …

Riconoscimenti Slow Wine 2019: Emilia Romagna

Come abbiamo sottolineato più volte l’Emilia Romagna dal punto vitivinicolo è una regione molto complessa, distribuita tra pianura e collina, e suddivisa in numerosi territori caratterizzati dalla diffusione delle diverse varietà coltivate. In questa sede, a causa degli inevitabili limiti di spazio, tentiamo di fare delle veloci fotografie delle singole zone, con lo scopo di …