La verità della viticoltura

IMG_9439La Vernaccia di Oristano Riserva 1999 dei Fratelli Serra che stasera riempie il bicchiere appartiene alla bottiglia acquistata questo pomeriggio nella cantina di Zeddiani a due passi da Oristano. La visione della flor da una botte di castagno è l’immagine che accompagna il sorso: un velo bianco intravisto nell’oscurità della cantina ha balenato il suo mistero.

E mentre cerco di tradurre in parole le emozioni di questa giornata, il caso vuole che sia arrivato alla pagina 43 del libro consigliato dall’amico Giampaolo Gravina: Dioniso Crocifisso di Michel Le Gris, uscito in Francia nel 1999 e pubblicato in Italia nel 2011 per merito di Derive Approdi Editore (link), che recita:

“A lungo l’arte della vinificazione, come procedimento che cerca di provocare un buon incontro tra l’uomo e la materia è IMG_9465probabilmente consistita non nella pura e semplice sottomissione al caso, come si sottintende perlopiù, ma in una intuitiva propensione a trarne vantaggio. L’esempio dei grandi vini gialli, quali bene o male ancora ne producono i vigneti del Jura, suggerisce che un vino di ricca costituzione, dimenticato nei suoi fusti, si è ritrovato protetto in superficie da un velo di lieviti che gli permise di ossidarsi lentamente, formando aromi di una sorprendente molteplicità. Arrivare a riprodurre un fenomeno così aleatorio presupponeva un certo numero di condizioni che i tempi attuali rendono incerte: delle vigne poco produttive adatte a dar vita a vini naturalmente poco concentrati, assenza di tecnici obnubilati dalla crociata contro ogni forma di ossidazione, un pubblico capace di apprezzare il risultato e di vedervi qualcos’altro che un vino non riuscito. A fianco dei vini gialli, anche i notevoli Tokay di Ungheria, che tecniche di «punta» provano da poco ad adattare al gusto del giorno, possono attestare la capacità creativa di epoche in cui l’enologia scientifica non dava forma alla pratica dei produttori.“

Smetto dunque di cercare parole già dette e torno a guardare dentro quella botte dove ho creduto di cogliere per un attimo la verità della viticoltura.

  • Daniele Parri

    comprato 2 anni fa… grande libro!