Metodo Classico IncrediBOLL, La Costa

GLUCK – La bottiglia della sera

 

dove: Agriturismo Galbusera Nera, azienda La Costa, Valletta Brianza (LC)

con: filetto di trota della Valsassina

 

La Chiocciola attribuita da Slow Wine a La Costa – l’azienda simbolo della rinascita del distretto delle Terre Lariane, tra le colline brianzole – ha un significato profondo che premia la qualità crescente dei vini, ma soprattutto l’impegno meticoloso di Claudia Crippa e della sua famiglia nella valorizzazione identitaria del territorio e nel sostegno alle piccole aziende che stanno emergendo.

Questa nuova etichetta, ancora lontana dai riflettori della critica, ne è l’esempio più tangibile: si tratta di un metodo classico da uve riesling renano, raccolte in una vigna salvata dall’abbandono – di proprietà di un anziano vignaiolo della zona (rappresentato in etichetta) – ritenute meritevoli di essere valorizzate a parte per via della spiccata acidità, evitando così che confluissero nell’ottimo Riesling Renano dell’azienda (Il Solesta).

Si contraddistingue per una spiccata mineralità, per una bolla fine e cremosa e per la sicura beva. Ouverture perfetta, ma anche accompagnatore ideale, per l’assaggio del delizioso filetto di trota della Valsassina.

 

 

Prezzo in enoteca 16 euro

 

 

 

 

 

Questa rubrica ospita il breve racconto/resoconto di una bottiglia di vino – o di birra – bevuta la sera precedente a cena da uno dei tanti collaboratori di Slow Wine. Non una grande bottiglia “celebrativa”, di quelle che si tirano fuori nelle ricorrenze, quanto piuttosto un vino (o una birra) “comune”, molto bevibile – molto gastronomico, come si usa dire adesso nel mondo della critica enologica – adatto al pasto e al portafoglio (nel senso del buon rapporto tra la qualità e il prezzo). Insomma una buona bottiglia che ha dato grande soddisfazione a chi l’ha bevuta e che, soprattutto, è stata scolata in un attimo, è finita velocissimamente a tavola con il cibo che l’accompagnava.