Le perle di Slow Wine 2018

Slow Wine è andata in stampa proprio stamani.

Vogliamo ringraziare tutti, ma proprio tutti, i collaboratori che hanno costruito questa Guida con tanta passione, impegno e dedizione. Vogliamo pubblicare i passaggi più divertenti sui quali i nostri correttori sono intervenuti senza pietà.

Ah, noi della redazione non siamo esenti dalla censura! Godetevi ‘ste perle.

 

 

Ormai si macerano anche i rossi

Ci è piaciuto il Dolcetto di Ovada da uve macerate sulle bucce.

 

La biodinamica perfetta

Abbiamo toccato con mano il rispetto “vero” degli equilibri ambientali, da far rimanere a bocca aperta se li vedesse anche Rudolf Steiner!

 

Lontani orizzonti

Pieno, sapido, mitteleuropeo il xxx, solo acciaio, fantasia e orizzonti lontani, per tornare lentamente a terra dopo aver visto una mostra di Gustave Klimt.

 

Fate attenzione

Viola mammola esplosiva.

 

Nastro adesivo

Sapido fine ed elegante che non si staccherebbe mai dalla bocca.

 

Il Chianti Classico solido

Così il Chianti Cl. XXXXX caratterizzato da suolo molto ricco di scheletro e galestro.

 

Monumentale

In bocca è potente e avvolgente, colossale la spalla acida che bilancia la forte alcolicità.

 

Talento naturale

Bolt fatto vino, energico e scattante.

 

Circolare, non è successo niente

Fase di buona integrazione, circolare nei sentori di naso.                            

 

Stucchevole

Impenetrabile alla vista il xxxx e un sentore di bignè al cioccolato.

 

Un poeta

Il xxxx ha pienezza ed ampiezza accompagnate da adeguata freschezza.

 

La matematica è opinabile: 7=4

Realizzato con sette vitigni diversi – pinela, zelen, rebula, vitovska – risulta molto appagante sia al naso che in bocca, e incuriosisce l’evoluzione che ha nel bicchiere.

 

Slow Milk 2018

Quanto acquistato nei paraggi è scelto con la medesima attenzione ai sapori autentici, come ad esempio il buonissimo latte provato durante la visita mattutina. E come il vino autentico ha il sapore dell’uva, il vero latte sa di vacca.

 

Fermentazioni spontanee o con lieviti selezionati? No, di più…a terra

Dopo la fermentazione avvenuta al contatto con il suolo, scambiando ossigeno e calore, e dopo sette anni di riposo in botti grandi, giunge in vendita il millesimo xxxx.

 

Un casino, in poche parole

Il monte Calvario 100 anni fa era teatro di guerra, conflitti e urti rumorosi.

 

 

Ricordate vi aspettiamo a Montecatini. Per partecipare alla grande degustazione di Slow Wine 2018 non vi resta che cliccare qui!

 

 

 

  • Andrea Fontana

    Ma volete mettere: “il vino xxx è un gentiluomo affascinante e un po’ serioso che rivela con il tempo la propria dolcezza, maturata in 24 mesi di botte grande”.

  • Lorenzo Pellegrino

    A quando la lista dei vini in degustazione?