La polemica della settimana (dopo Marquez/Valentino): perché FIVI, Terra Trema e Vini Corsari tutti nello stesso w-e?

Schermata 2015-11-12 alle 09.09.33Fino a qualche settimana fa la polemica nel nostro piccolo mondo antico era concentrata sul numero eccessivo di guide enologiche in commercio. Da qualche giorno ne è scoppiata un’altra. Quella legata a un eccesso di manifestazioni dedicate al vino e in più piazzate tutte negli stessi giorni.

La pietra nello stagno è stata lanciata su Facebook da Luca Ferraro, ottimo produttore prosecchista di Asolo, “Fivi comunica al mondo la data dell’evento con 12 mesi di anticipo. A pensar male a volte ci si azzecca”.

Un sasso senza dubbio molto pesante… Probabilmente indirizzato contro gli organizzatori della Terra Trema, grande manifestazione che si tiene ormai da oltre 10 edizioni a Milano, nello spazio del Leoncavallo. Luca Ferraro continua dicendo: “Chiami la Terra Trema e dici: ragazzi guardate che queste sono le giornate in cui noi faremo il mercato dei vini della FIVI a Piacenza. La loro risposta é: ok, non vi preoccupate”. Evidentemente c’è stato un cortocicuito nella comunicazione tra i vari promotori. Fatto sta che nel week end del 27/28/29 novembre avremo a Piacenza il Mercato dei Vignaioli della Fivi, a Milano la Terra Trema e a Barolo Vini Corsari. Tutti e tre eventi che pescano in un bacino di appassionati piuttosto simile e che presentato vignaioli con un’impostazione comune.

Ora non sta a noi indagare su chi abbia sbagliato e di chi sia la colpa, se mai ce ne fosse una. Piuttosto mi piacerebbe che si ragionasse insieme su questo concetto: siamo sicuri che un’offerta più ricca per gli appassionati sia un handicap? Più guide significa rottura di scatole per chi ama il vino o avere la possibilità di confrontarsi con più voci e acquistare magari quella che per noi è la migliore? Stessa cosa per le manifestazioni enologiche. È probabile che un milanese non vada a Piacenza o Barolo…

Dall’altra capisco le rimostranze di chi è un operatore del Trade, che ha voglia di assaggiare nuovi vini e di allargare le proprie conoscenze a fini lavorativi. In quel caso il “peccato” di Manilo Manganari che dalle pagine del suo blog si dice dispiaciuto per questa situazione è più che comprensibile. E voi che ne pensate? Meglio l’abbondanza? O l’abbondanza crea assuefazione e rigetto?

Come ha fatto Manilo sul suo sito anche noi mettiamo i link a tutte e tre le manifestazioni! Se riuscite fatele tutte…

Mercato dei Vignaioli – FIVI

Terra Trema

Vini Corsari