Chianti Classico Collection Live

Partita la degustazione alla Leopolda per Chianti Classico Collection: vi terrò aggiornati volta per volta. Per il momento si stanno degustando i 2010. Magicamente sono scomparsi dall’elenco i vitigni come merlot e cabernet… Al loro posto colorino e canaiolo… magia?
Quali sono i 2010 che ci sono piaciuti di più? Villa Pomona: succoso, slanciato e di grande piacevolezza.
Bibbiano: versione molto verace, con acidità e stoffa.
Castello di Selvole, con bel naso metallico e di grafite.
Fèlsina, sempre in grande forma. In questo caso i numeri non penalizzano certamente la qualità.
Gagliole, una graditissima sorpresa, davvero molto tipico e in grandissima forma.
Interessanti questi 2010. Bocca in genere molto nervosa, più l’eleganza che possanza. Mediamente un gran succo. Annata elegante nel complesso. Ci daranno soddisfazione a tavola, perché con il cibo andranno a nozze. Un ritorno a un Chianti Cl. non troppo muscolare, ma non per questo vuoto e leggerino.
(continua…….)
Nel complesso ecco le Riserve 2009 che ci sono piaciute di più:
Villa Pomona: freschissimo e nitido nel frutto
Castellare di Castellina: davvero un campione di grandissima classe: naso molto affascinate e bocca lunghissima e possente.
Monteraponi Il capitello: una bottiglia di fascino e un palato territoriale e decisamente nervoso.
Querciavalle: probabilmente un pochino dolce nel suo frutto, ma molto godibile.
Villa Cerna una sorpresa inattesa.
San Pancrazio: ottima sapidità con finale ben delineato.
Castellinuzza: goloso
Felsina- Rancia: un classico mai scontato.
Riserva 2008
Caparsa tutti e due: Doccio a Matteo e Caparsino, espressione particolarmente rocciosa di Radda
Poggio alle Rose di castello in Villa, davvero un vino granitico e imperdibile
Ormanni Borro del Diavolo: classico e austero. Si sentono le vigne di Castellina in Chianti.
Badia a Coltibuono Riserva: sangiovese, frutto fiori e terra, paradigmatico.
La sorpresa è Castello di Starda riserva Malaspina, saporito e freschezza, dà l’idea di un Chianti Classico da zona alta!
2008 in generale è un’annata più fresca e spigolosa, più sottile e nervosa con alcune punte di assoluta eccellenza!