Cacinello 2011, Le Senate

GLUCK – La bottiglia della sera

Questa rubrica ospita il breve racconto/resoconto di una bottiglia di vino bevuta la sera precedente a cena da uno dei tanti collaboratori di Slow Wine. Non una grande bottiglia “celebrativa”, di quelle che si tirano fuori nelle ricorrenze, quanto piuttosto un vino “comune”, molto bevibile – molto gastronomico, come si usa dire adesso nel mondo della critica enologica – adatto al pasto e al portafoglio (nel senso del buon rapporto tra la qualità e il prezzo). Insomma una buona bottiglia che ha dato grande soddisfazione a chi l’ha bevuta e che, soprattutto, è stata scolata in un attimo, è finita velocissimamente a tavola con il cibo che l’accompagnava.

 

 

2014-05-27 20.08.52dove: a casa

con: tagliata di manzo

 

Tra le tante recenti novità enogastronomiche a Bologna c’è la riapertura del famoso Mercato di Mezzo. E finalmente la storica Macelleria Zivieri è approdata a Bologna con un piccolo punto vendita di carni e salumi, con possibilità di degustazione al banco. Ieri mia moglie ha comprato due splendide tagliate, che abbiamo semplicemente cotto sulla griglia con olio, sale e rosmarino e accompagnato con verdure al forno.

 

2014-05-27 19.56.36In abbinamento ho aperto un vino praticamente sconosciuto: il Cacinello 2011 della cantina marchigiana Le Senate, di Altidona (Fm). Si tratta di un “bordolese” alla sua prima edizione: merlot, cabernet sauvignon, cabernet franc e petit verdot sapientemente dosati. Un anno di barrique nuova ed un anno in bottiglia prima della commercializzazione.

Una vera sorpresa, perfettamente bilanciato, già pronto, tannini ben presenti ma elegantissimi. Al naso, a primo impatto si avverte il classico sentore erbaceo, poi si rivelano profumi di sottobosco e le note terziarie, tipiche dell’invecchiamento, perfettamente amalgamate.

Una cena semplice ma decisamente gustosa. Un sodalizio perfetto tra Emilia Romagna e Marche, le mie due regioni (quella adottiva e quella di nascita).

 

 

Prezzo in cantina 14 euro