Bolaffi: l’asta primaverile è giovedi 17 maggio a Torino

Aste Bolaffi stupisce ancora! Per l’ottava edizione di Vini pregiati e distillati, realizzata in collaborazione con Slow Food Editore, saranno battuti all’asta circa 900 lotti.

Giovedì prossimo, a Torino, per gli appassionati e i collezionisti da tutto il mondo ci saranno rarissimi vini italiani e stranieri, cantine imperdibili, tante annate prestigiose e formati particolari, ma anche distillati di enorme pregio.

 

Vini italiani

La prima sessione di vendita è dedicata ai vini italiani con Piemonte e Toscana protagonisti. Tra gli highlight figurano un ricco insieme di lotti di Barolo Monfortino e Cascina Francia di Giacomo Conterno dal 1937 al 2015 e una bella panoramica dei Barolo della Cantina Mascarello, dal 1960 al 2011. Arricchiscono la sezione numerose bottiglie di Barolo e Barbaresco di Bruno Giacosa, tra cui una doppia magnum di Rocche del Falletto Riserva del 2000 (base d’asta 1.000 euro), e un’interessante selezione di Barbaresco di Gaja dagli anni Sessanta ai Duemila.

Nel capitolo dedicato ai vini toscani spiccano due lotti di Ornellaia con le etichette “Vendemmia d’artista” e “25esimo anniversario” (basi d’asta 600 euro ciascuno) e una pregiata selezione di circa 30 lotti de Le Pergole Torte di Montevertine dal 1981 al 2014, tra cui una bottiglia da 6 litri (base d’asta 1.000 euro) e due doppie magnum del 1981 e 2014 (basi 500 euro ciascuna), oltre a numerosi Masseto, Solaia, Tignanello e Sassicaia. Immancabile anche il Brunello di Montalcino, in particolare Biondi Santi e Case Basse di Soldera.

 

Vini francesi

Passando ai vini francesi, largo spazio ai Bordeaux, ben rappresentati da una cassa Duclot Collection in legno del 2004 con nove bottiglie dei suoi più celebri Châteaux (Cheval Blanc, d’Yquem, Haut-Brion, Lafite Rothschild, Latour, Margaux, Mouton Rothschild e Petrus, base 4.500 euro), rare annate di Château Lafite Rothschild – inclusa una bottiglia da 2,5 Lt. del 1949 (base 700 euro) e sette magnum del 1954 – e ancora 10 bottiglie di Petrus del 1971.

Ricercata, inoltre, la selezione di champagne con una magnum del 1969 di Perrier-Jouët Belle Epoque (base 500 euro), una bottiglia di Salon Le Mesnil Vintage del 1969 (base 1.500 euro), prestigiose annate di Dom Perignon (a partire dal 1955), Krug, incluso un Krug Clos du Mesnil del 1979 (base 1.500 euro), e Cristal, tra cui una bottiglia da sei litri del 1990.
Tra i vini di Borgogna di annate prestigiose spiccano tre La Tâche del Domaine de la Romanée-Conti del 1974 (base d’asta 1.800 euro), una bottiglia di Montrachet del Domaine de la Romanée-Conti del 2001 (base 2.800 euro), un Musigny del Domaine Comte George de Vogué del 1959 (base 1.200 euro) e due bottiglie di Chambertin del Domaine Armand Rousseau del 1964 (basi 2.200 euro ciascuna).

 

Distillati 

L’ultima sessione d’asta è dedicata a oltre 200 distillati, con i whisky scozzesi a far da padroni con tantissimi Macallan a partire dal 1936, tra cui si segnala una verticale composta da 10 bottiglie 18 Years Old dal 1967 al 1984, top lot della vendita (base 8.000 euro), affiancata da altri imbottigliamenti prestigiosi come la serie “The Birds” di Moon Import, vari Bowmore, Ardbeg, Highland Park e Springbank.
Proposte inoltre 49 bottiglie di grappa Nonino Uè nell’esclusivo imbottigliamento realizzato da Venini, Riedel e Baccarat (base 10.000 euro).

 

Degustazione esclusiva di whisky

Chiude l’asta un’importante degustazione su invito di whisky in collaborazione con Velier e Whisky Club Italia con una selezione molto rara creata in occasione del 70esimo anniversario di attività del noto distributore di Genova. Parteciperanno alla degustazione, la prima in Italia di questi pregiati whisky, Marco Callegari, Whisky specialist Velier, Davide Terziotti, cofondatore di Whisky Club Italia e Luisa Bianconi, esperta del dipartimento Vini pregiati e distillati di Aste Bolaffi. A seguire, saranno battuti all’asta cinque lotti composti dalle bottiglie protagoniste della degustazione: Velier 1 Speyside Single Malt 37 e Velier 2 25 Years Old, Velier 68 Ayrshire Single Grain 47 Years Old e Glenfiddich 1973 Single Cask – Velier 70th Anniversary.

 

Clicca qui per sfogliare il catalogo

 

Una piccola intro in anteprima per voi: “Lo spirito di collaborazione tra Bolaffi e Slow Food Editore – Slow Wine in particolare – ha l’obiettivo, anche grazie a un catalogo così ricco, di fare cultura ed esaltare le potenzialità del nostro paese che, ne siamo certi, in futuro non avrà nulla da invidiare ai più celebri cugini transalpini. Quindi, avanti tutta e godetevi la lettura delle centinaia di annate e vini proposti, noi, scrivendo le schede, ci siamo divertiti molto!”