Bardolino Chiaretto Corderosa 2015, Le Vigne di San Pietro

GLUCK – La bottiglia della sera

 

 

dove: a casa

con: carciofi

 

 

Metti una giornata che vien la voglia di mangiare carciofi, che notoriamente hanno una certa difficoltà di abbinamento con il vino. Metti che l’inizio della stagione calda mi indirizza con facilità verso vini rosati, purtroppo altrimenti poco consumati.

Ed ecco che arriva in tavola, perfetto, il Bardolino Chiaretto Corderosa 2015 delle Vigne di San Pietro, bello a vedersi e a bersi, e che con sorpresa regge bene anche questo abbinamento (provare per credere…).

Il colore tenuemente rosato, come da ultimo disciplinare, tendente al rosa antico con pagliuzze dorate, un naso profumatissimo e intenso. In bocca la morbidezza, la rotondità il corpo fa da contraltare alla beva fresca a sapida.

Finiti i carciofi e finito anche il vino. Bella la primavera!

 

 

Prezzo in enoteca 11 euro

 

 

 

 

 

Questa rubrica ospita il breve racconto/resoconto di una bottiglia di vino – o di birra – bevuta la sera precedente a cena da uno dei tanti collaboratori di Slow Wine. Non una grande bottiglia “celebrativa”, di quelle che si tirano fuori nelle ricorrenze, quanto piuttosto un vino (o una birra) “comune”, molto bevibile – molto gastronomico, come si usa dire adesso nel mondo della critica enologica – adatto al pasto e al portafoglio (nel senso del buon rapporto tra la qualità e il prezzo). Insomma una buona bottiglia che ha dato grande soddisfazione a chi l’ha bevuta e che, soprattutto, è stata scolata in un attimo, è finita velocissimamente a tavola con il cibo che l’accompagnava.