Dove sono i vitigni nel mondo? Te lo dice Le Carte del Vino…

Da qualche settimana è in edicola una delle ultime pubblicazioni “vinose” di Slow Food Editore: si chiama Le Carte del Vino, ed è un atlante geografico e storico che ci racconta la diffusione dei vitigni nel mondo e ne fotografa la situazione attuale. È stato redatto da due studiosi francesi, Adrien Grant Smith Bianchi e Jules Gaubert-Turpin, che hanno voluto …

Biodinamica per il vino: finalmente un corso di alta formazione sulla viticoltura biodinamica

Si terrà dal 4 al 10 Marzo 2019 a Firenze un percorso formativo sulla biodinamica senza precedenti in Italia. Un’intera settimana dedicata alla formazione sulla viticoltura biodinamica dedicata ai professionisti del settore enologico. Il corso si propone di trasferire in modo approfondito gli strumenti dell’agricoltura biodinamica applicati alla vigna e al vino, al fine di creare …

La diversità dell’Alto Adige, incontro con Clemens Lageder

L’assaggio dei vini, nella stragrande maggioranza dei casi, è incentrato sulla valutazione finale di un percorso produttivo: vale a dire nel liquido siamo chiamati a giudicare un territorio di provenienza, una vendemmia, una o più varietà di uva, un’idea produttiva e una tecnologia enologica applicata. Un bel po’ di roba dentro a un calice, non …

Come scrivere correttamente il nome dei vini italiani

A seguito del post di Michele Antonio Fino (pubblicato due giorni fa: clicca qui per leggerlo) – che metteva in guardia i ristoratori, o i sommelier che compilano le carte dei vini, sui rischi giudiziari a cui vanno incontro se scrivono o riportano in maniera errata il nome di un vino – abbiamo avuto una …

La vertigine che è già stata

L’altra settimana sul quotidiano Il Giornale è comparsa una splendida intervista di Camillo Langone al pittore italiano Nicola Samorì, considerato tra i maggiori artisti contemporanei. A un certo punto dell’intervista in relazione al rapporto tra tempo e pittura, l’artista esprime una riflessione che mi ha colpito molto. «Non credo che nessuno possa ritenersi troppo bravo …

Con cosa abbinare la birra? Solo la pizza? Sbagliato. Ecco a voi 2 regole per non sbagliare!

In una nazione così devota alle proprie tradizioni gastronomiche com’è l’Italia, l’idea che una carbonara o un arrosto possano essere abbinati a una birra, piuttosto che a un buon calice di vino, è vissuta con sospetto. Per conoscere quale sia l’unico alimento che può essere accompagnato alla birra (singolare) basterebbe un semplice sondaggio: con ogni …

Il concetto di longevità di un vino (per me e per Francesco Bordini)

Qualche sera fa mi sono ritrovato a ripetere, per l’ennesima volta durante una lezione di un corso elementare sul vino, che la longevità – o la capacità di un vino di invecchiare migliorandosi durante la permanenza in bottiglia – non è necessariamente un valore assoluto, che fa privilegiare questi vini rispetto ad altri. Certo, quando …

Ti racconto tutti gli aromi del vino: a cosa serve? a nulla…

Da tempo circolano App che dovrebbero aiutare a riconoscere i profumi di un vino. Ovviamente non sono programmi interattivi, perché gli smartphone che possediamo non sono ancora muniti della funzione “odorato”. Funzionano quindi in maniera molto semplice: digiti il nome di un vino e ti appare la gamma dei profumi che dovrebbe esprimere. Tra le …

Conoscere la geografia del vino è importante, e invece in giro c’è tanta ignoranza…

Qualche giorno fa un amico e collaboratore di Slow Wine mi ha inviato questa foto (vedi qui a lato), senza aggiungere nessun commento, tanto era evidente l’ironia o la bestialità che veniva immortalata. Ma come si fa? Come si fa, mi chiedo, ad associare al nome di un vino della Sardegna l’immagine della Sicilia? Vabbè …

Sughero vs Tappo a vite: l’eterno dilemma visto attraverso i vini di Franz Haas

Tempo fa si è tenuta a Bologna una degustazione di vini di Franz Haas: fin qui nulla di strano o di particolare, se non che la serata è stata una sorta di orizzontale-verticale in contemporanea durante la quale sono state degustate bottiglie “doppie” per ogni singola annata, ovvero chiuse sia con il tradizionale tappo di …