Anteprime Toscana: ecco i 10 migliori Chianti per slowine.it

chiantiIniziamo il resoconto della lunga settimana toscana con la bella degustazione organizzata dal Consorzio Vino Chianti all’Ex Manifattura Tabacchi di Firenze.

Il Chianti, lo ricordiamo, è il guscio esterno del Chianti Classico. Non raggiungendo le vette della complessità gustativa che il Gallo Nero riesce a regalare, il territorio del Chianti dona vini a base sangiovese di ottima fragranza e dinamica gustativa. Sono questi i parametri che abbiamo ricercato nella nostra esperienza degustativa.

La zona di produzione del Chianti è costituita da territori delimitati per legge, che si trovano nelle province di Arezzo, Firenze, Pisa, Pistoia, Prato e Siena. L’origine del vino Chianti si perde nella notte dei tempi, ma la prima delimitazione ufficiale risale al 1932. Oggi il Chianti si estende su un territorio di 15.500 ettari e la denominazione può essere integrata con le menzioni aggiuntive Colli Aretini, Colli Fiorentini, Colli Senesi, Colline Pisane, Montalbano, Rufina e Montespertoli.

Ecco gli assaggi, a nostro giudizio, più significativi.

 

Frascole – Dicomano, Firenze

Chianti Rufina Ris 2013

Un fuoriclasse di eleganza e finezza con materia di volume ma dotata di grazia espressiva.

 

Podere Alberese – Asciano, Siena

Chianti Riserva 2010

Dinamico e verticale con materia progressiva e succosa.

 

Alessandrio Tofanari –  San Gimignano, Siena

Chianti Colli Senesi 2011

Ingresso sottile ma il vino ha una progressione irresistibile e ricca di sapore. Davvero buono.

 

Paterna – Arezzo

Chianti Colli Aretini 2014

Vino ruspante e dalla dinamica gustativa ricca di succo. Ha il dono della leggerezza e del sapore.

 

San Michele a Torri – Scandicci, Firenze

Chianti Colli Fiorentini 2014

Figlio di un’annata non semplice trasmette identità e freschezza. Si perdona volentieri un tannino ancora da assestare.

 

Poggiopiano – Fiesole, Firenze

Chianti 2013

Bella espressione di sangiovese con architettura gustativa integra, dinamica e dal centro bocca succoso.

 

Giacomo Mori – Palazzone, Siena

Chianti 2013

Autentico e potente conserva una freschezza encomiabile che sostiene un percorso lungo e succoso.

 

Fattoria Sammontana – Montelupo, Firenze

Chianti Superiore 2013

Ha naturalezza espressiva e grinta, qualche scompostezza non inficia una materia di ottima espressività.

 

Castel di Pugna – Siena

Chianti 2013

Ha corroborante freschezza e integrità, in più sfodera una spinta notevole. Finale piuttosto rustico ma accettabile

 

Fattoria di Selvapiana – Firenze

Chianti Rufina 2014

Articolato, succoso e leggero, un paradigma per la denominazione.