Slow Food Slow Food Donate Slow Food Join Us
 
 

Per saperne di più   |   Attualità   |   Area Stampa

|

English - Français - Italiano - Español - Deutsch
 
 

Ricerca

   
   
 
 
 
 
Slow Fish - Le poisson bon, propre et juste
 
 

Nunziato Donato

Pescare sull'Adriatico

Italy | Abruzzo | Francavilla al Mare, Chieti

Nunziato fa il pescatore dall'età di tredici anni sul Mar Adriatico.

 

Se dovessi definire il mare in due parole? "Il mare è il mio grande amore."

Nunziato ha inziato a soli tredici anni. Suo nonno faceva il pescatore e così suo padre. Quando era piccolo al mattino prima di andare a scuola, andava a pesca. Nunziato ama questo mestiere come ama la vita in mezzo al mare, la calma che il mare gli trasmette e il fatto che nessuno possa comandarlo nel suo lavoro. Dice che non potrebbe fare questo mestiere senza avere una forte passione: il guadagno non è molto alto e sono molte le difficoltà, anche se rispetto ai tempi di mio padre, dice, è molto più leggero. "I miei figli?" scoppia in una fragorosa risata "non ne vogliono sapere di fare il pescatore. Non hanno la passione del mare, loro." Un po' gli dispiace ma è facile leggerer tra le righe come questo gli dia anche molto sollievo.

 

Nunzio esce il pomeriggio tardi a buttare le reti per poi tirare a bordo le reti il mattino successivo. "Esco alle quattro del pomeriggio, butto le reti in mare, faccio due tre chilometri in circa un ora e mezzo e torno a riva. Il mattino successivo alle quattro e trenta, recupero le reti." Tornato a casa, la moglie e la madre lo aiutano a vendere il pescato alla bancarella sul ciglio della strada. "Vendiamo il pesce vivo, non fresco."

 

Nunziato fa parte di una cooperativa di pescatori, La Piccola Pesca Serena di Francavilla, insieme ad altri 22 pescatori. La loro tecnica di pesca è antica e sostenibile, si tratta di una pesca con reti a maglie larghe. Si pescano principalmente sogliole in quella zona, oltre a cicale, pannocchie, sugarelli e seppie. "Tutti vogliono le sogliole qui. Pochi clienti chiedono di provare pesci meno inflazionati come gli sgombri e i sugarelli. I pesci poveri fanno bene e costano molto meno. La cooperativa ha anche aperto un centro per confezionare e vendere lumachine ma, ironia del destino, da quando hanno aperto, non ci sono più lumachine."

 

Un grande problema che devono affrontare in questa zona negli ultimi dieci anni a questa parte, è quello dei delfini, che sono ghiotti di sogliole. Esistono degli ultrasuoni che hanno un raggio di 250 metri, per affrontare il problema. Stiamo cercando di farci finanziare questi attrezzi dalla Regione.

 

"L'Adriatico è un mare molto piccolo ma nonostante questo le autorità hanno permesso l'utilizzo di grandi reti americane a strascico negli ultimi anni. Ora si sono resi contro del forte impatto ambientale di questo tipo di pesca che lascia il nostro mare deserto. Ci sono molti pescherecci con motori molto potenti che oltre a sprecare molto gasolio, inquinano e deturpare il nostro mare, fanno diminuir il prezzo del pesce, pescandone così tanto."

 

"Credo che bisognerebbe aumentare i controlli e impedire finalmente l'utilizzo di queste grandi reti americane. Poi bisognerebbe spostare i pescherecci da 4 a 5 miglia dalla costa per allargare l fascia protetta e lasciare una fascia di ripopolamento."

 

 

 

 



|
   
Slow Fish | Partners Lighthouse Foundation. Fondazione Slow Food per la Biodiversità ONLUS
 
 
 

Slow Food - P.IVA 91008360041 - All rights reserved

Powered by Blulab