Slow Food Sostienici e Associati
Tessere e vantaggi Promozioni per i soci Occasioni per i soci Locali amici - sconti e tesseramento Condotte italiane
Per mangiarti meglio Orti scolastici Tessera SlowKids Tessera giovani Slow Food Rete Giovane
Mense collettive Corsi di formazione Consulenze Pubblicazioni personalizzate Partecipazione a eventi e manifestazioni
Università di Scienze Gastronomiche
Sostieni Slow Food Associati a Slow Food

A Tullio Mussa dedicata la sala principale dell'Enoteca regionale di Nizza Monferrato

Tema trattato: Personaggi


15/03/2012 - Storica figura di Slow Food, una vita dedicata alla promozione della Barbera

Domani alle ore 18.00 alla presenza di Carlo Petrini, si terrà la cerimonia per intitolare la sala principale dell’Enoteca regionale di Nizza Monferrato  (At) a Tullio Mussa, figura storica di Slow Food, scomparso il 15 marzo 2008.


Riportiamo qui uno scritto di Giancarlo Gariglio dedicato a Tullio Mussa, pubblicato sulla nostra guida Slow Wine 2011


Hall of Fame Tullio Mussa


La denominazione Nizza, entrata in vigore nel 2000, ufficializza l’eccellenza della Barbera che nasce nei cru del Nicese. La battaglia per il riconoscimento di questa sottozona prese il via grazie all’opera di un uomo che ha dedicato gran parte della sua vita alla promozione della Barbera: Tullio Mussa. Di idee socialiste, per decenni nel consiglio comunale della cittadinanza di Nizza, amava in modo viscerale la sua terra, i suoi vini e la sua cucina. Nel 1990 venne aperta la Bottega del vino di Nizza Monferrato per iniziativa di sette Comuni della zona, con l’intento di valorizzare la migliore produzione enologica, e trovò una sede prestigiosa nelle cantine di Palazzo Crova [...] di Nizza Monferrato. L’attività della Bottega del vino riceve un nuovo impulso nel 1996 quando, con l’assunzione della direzione da parte di Tullio Mussa, nasce nei suoi locali la Vineria della Signora in Rosso, un luogo di convivialità che diventa punto d’incontro e di riferimento di vignaioli, artigiani del cibo, appassionati. mussaNel 2006 la Regione Piemonte ha elevato al rango di Enoteca regionale la Bottega del vino e giustamente ha nominato Tullio Mussa suo primo direttore. Un’altra importante battaglia di Tullio fu quella per la tutela e valorizzazione del cardo gobbo, che divenne Presidio Slow Food nel 1998. Il suo amore, senza se e senza ma, nei confronti della Barbera è entrato ormai nella leggenda cittadina, tanto che ci si ricorda dei fuochi d’artificio che fece sparare quando le Barbere d’Asti superarono per numero di Tre Bicchieri (dell’allora guida Vini d’Italia ndr.) le tanto “odiate” Barbere di Langa. Tra i suoi meriti va ricordata l’opera instancabile di scoperta dei giovani produttori nicesi e del circondario, le bottiglie che proponeva alla clientela della Bottega con spirito vero di talent scout. Pochi come lui hanno saputo interpretare l’anima di Slow Food, il gusto serissimo del gioco, l’impegno per una buona causa in cui, dopo gli anni della politica, si era immedesimato fino in fondo.


Noi di Slow Food ricordiamo con affetto Tullio e lo ringraziamo per il suo straordinario operato  


crdo 


Prima della cerimonia Carlo Petrini visiterà gli Orti in Condotta (gli orti scolastici Slow Food) delle scuole di Nizza Monferrato e Mombaruzzo. Gli alunni che gestiscono gli orti sono anche piccoli produttori del Presidio Slow Food del cardo gobbo.


Clicca qui per vedere la schdea descrittiva del Presidio cardo gobbo


 


Foto 1: Palazzo Crova, sede dell'Enoteca regionale di Nizza Monferrato


Foto 2: Tullio Mussa


Foto 3: cardo gobbo, Presidio Slow Food


 


 

|
 

Argomenti più discussi

Tutti gli argomenti trattati

Ultima ora

01/10/2014 | Pare che il numero di parole utilizzate per descrivere i piatti in un menù incida sul costo della...

Italia | 30/09/2014 | Lunedì 29 settembre, Slow Food ha avuto l’onore di ospitare i 28 ministri europei dell’agricoltura...

30/09/2014 | Robusti, infaticabili e davvero dolcissimi: ecco una breve descrizione dell’antica razza inglese di...

29/09/2014 | Secondo un comunicato delle comunità indigene, la notte del 19 settembre un gruppo di uomini...

29/09/2014 | Nel 2030 il 70% della popolazione mondiale abiterà in città. Mentre le aree urbane si affollano, le...

   

Slow Food - C.F. 91008360041 - All rights reserved - Powered by Blulab - Connectivity by BBBell