Slow Food vi invita a Viaggiare i Balcani

Ammettetelo, con i primi caldi state già pensando alle prossime vacanze. Che ne dite di un bel percorso lungo i Balcani? A proporvelo c’è Viaggiare i Balcani (www.viaggiareibalcani.it) un’associazione che dal 2002 ha avviato progetti di turismo responsabile in questa bella area della nostra Europa e che ormai da anni collabora con Slow Food e la rete delle comunità del cibo di Terra Madre provenienti dal sud-est Europa. L’idea, come potrete immaginare, è quella di far immergere i viaggiatori nei sistemi territoriali lungo il Danubio, navigando le sue acque, incontrando i suoi abitanti e scoprendo tutti i suoi sapori.

In programma quest’anno ci sono due viaggi, uno in Romania lungo e uno in Serbia. A chi prenoterà una delle proposte segnalando di aver avuto notizia dell’iniziativa attraverso i canali di Slow Food (sito web, social network e newsletter), Viaggiare Balcani riserva una bella sorpresa!

In Romania navigando lungo i sapori del Delta del Danubio.

Partenze tra fine maggio e inizio giugno 2017

Delta del Danubio

Un viaggio da Bucarest a Sulina, per conoscere la rete di Slow Food in Romania e i prodotti del Delta protetti dall’Arca del gusto guidati dagli antropologi del cibo Monica Stroe e Bogdan Iancu. Lungo l’itinerario incontreremo numerose minoranze nazionali: dai greci, ucraini e russi sino ai friulani emigrati alla fine dell’Ottocento nella Dobrugia rumena e ancora presenti presso il villaggio di Greci. Un membro di Wwf Romania si unirà al gruppo per farci scoprire la straordinaria biodiversità del Delta, riconosciuto dall’Unesco come patrimonio dell’umanità e riserva della biosfera.

Qui trovate la descrizione completa, le modalità di partecipazione e il programma di viaggio. Tutto fatto, vi manca solo lo spazzolino!

Navigando lungo i sapori del Danubio serbo.

Dal 10 al 17 agosto 2017

Da Novi Sad alle Porte di ferro su un battello dichiarato patrimonio culturale della Serbia e utilizzato dal regista Emir Kusturica per il film Underground. Un viaggio alla scoperta della straordinaria biodiversità racchiusa nel medio corso danubiano, ma soprattutto una presa di coscienza critica della sovranità alimentare grazie all’incontro con le comunità del cibo di Terra Madre provenienti dalla Serbia intrecciando cibo, tradizioni e identità locali. Caffè letterari e musica e accompagneranno infine i partecipanti durante le ore di navigazione e nelle soste a terra.

Stesso discorso, per info più dettagliate cliccate qui 

  • Hai imparato qualcosa di nuovo da questa pagina?
  • Si   No
SlowFood, Prendici Gusto, diventa socio
comments powered by Disqus