Nella seconda metà del Novecento il consumo globale di carne è aumentato di 5 volte, passando dai 45 milioni di tonnellate consumati nel 1950 agli attuali 300 milioni di tonnellate. Secondo le stime della Fao, questo consumo è destinato a raddoppiare entro il 2050.

Oggi, il consumo medio di carne nei Paesi industrializzati è di circa 80 chilogrammi per persona all’anno, a fronte di una media di 20 chilogrammi in Africa. Anzi, in alcuni paesi del Sahel la media è di appena 6 chilogrammi.

Fonte: Friend of the Earth Europe 2014, Meat Atlas

 

I consumi di carne sono cresciuti in modo esponenziale in America e in Europa, e sono aumentati in Cina, in India e, in generale, nei Paesi in cui cresce una nuova classe media e in cui si registra una forte crescita demografica. In Cina, ad esempio, il consumo di carne è cresciuto di circa 15 volte negli ultimi 50 anni.

Se le popolazioni di Cina, India e Brasile, continuassero a consumare carne a questi ritmi, presto non ci sarebbe una superficie sufficiente per nutrire tutto il bestiame necessario.

Continuare a consumare carne ai livelli occidentali attuali è insostenibile.

Che tipo di carne mangiamo?

* Grafico da Meat Atlas

  • Hai imparato qualcosa di nuovo da questa pagina?
  • SiNo