Poca acqua, tanto gusto

La scarsità delle risorse idriche è ben nota, ma non altrettanto diffusa è la volontà di risparmio e di una gestione oculata, tanto più necessaria in territori in cui mancano corsi d’acqua e il clima caldo-arido si accompagna a precipitazioni scarse. Per questo motivo il Centro di Educazione Ambientale Il Ginepro del Comune di Ostuni, insieme al Parco Naturale Regionale delle Dune Costiere, l’Associazione Produttori Pomodoro Regina di Torre Canne, Presidio Slow Food, la Comunità degli Olivicoltori degli oliveti secolari di Puglia e la Condotta locale di Slow Food Piana degli Ulivi hanno dato il via a un importante progetto di educazione ambientale e alimentare dal titolo Poca acqua tanto gusto – mangia buono, pulito e giusto, rivolto agli studenti di Ostuni per sottolineare la necessità del corretto impiego delle risorse idriche in agricoltura, approfondire la conoscenza e incentivare la scelta dei prodotti locali e di stagione.

Attenzione tutta rivolta al territorio e alle colture tradizionali come l’olivo, il mandorlo, il fico, la vite, antiche varietà agricole che ben rappresentano un corretto equilibrio tra ambiente e agricoltura. Insieme ai contadini delle comunità agricole locali, con lezioni frontali e attività ludiche, i ragazzi hanno imparato quanto in una terra come la Puglia sia importante risparmiare acqua con l’agricoltura biologica e quanta se ne risparmi con una dieta ricca di frutta e verdura (locale e di stagione) e meno carne. Da maggio (primo appuntamento sabato 5 cui ne seguiranno altri due il 12 e il 26), prendono il via le visite guidate in masseria per vedere da vicino la messa in pratica di quanto imparato a scuola. Ogni appuntamento sarà arricchito da spettacoli di teatro ambientale e Laboratori del Gusto con l’olio degli olivi secolari, i formaggi di animali allevati al pascolo, la pasta e il pane da grano duro biologico oltre che le varietà locali di ortaggi coltivati in aridocoltura.

Teatro, saggezza contadina, educazione ambientale, alimentare e del gusto per avvicinare i ragazzi alla scelta del cibo buono, pulito e giusto.

Il progetto ha il sostegno dell’Assessorato all’Ambiente della Regione Puglia

 

Puoi scaricare qui la locandina con il programma

 

  • Hai imparato qualcosa di nuovo da questa pagina?
  • Si   No
SlowFood, Prendici Gusto, diventa socio
comments powered by Disqus