Petrini apre la nuova stagione dei “Signori del Vino” su Rai2

Non può che ripartire dai filari il programma tv “Signori del vino”, condotto da Marcello Masi e Rocco Tolfa. L’appuntamento con i due giornalisti è per sabato 9 settembre alle 16,30 su Rai Due. Tra gli ospiti anche Carlo Petrini.

Tornano su Rai Due i “Signori del vino”, con il programma ideato e condotto da Marcello Masi e Rocco Tolfa. Giunto alla terza stagione, “Signori del vino” è un viaggio all’interno di vigneti e territori d’eccezione per raccontare, attraverso le testimonianze dei viticoltori, i retroscena nascosti nelle cantine dove si producono i grandi vini d’Italia. Storie, tradizioni ma anche gusti, profumi, aneddoti: ciò che passa attraverso la voce dei Signori del vino è l’esperienza di chi ha comandato sulle vigne e sulle cantine, di chi ha addomesticato le viti da Nord a Sud, anche nei luoghi più impervi. Un reportage lungo dieci puntate per trasmettere allo spettatore nuove conoscenze su caratteristiche dei suoli, varietà autoctone e diversi modi di coltivare.

E a inaugurare la terza stagione del fortunato programma dedicato al vino c’è la testimonianza di Carlo Petrini, fondatore di Slow Food, che torna dopo aver partecipato alla puntata di debutto nella prima stagione. «Ciò che rende il vino un alimento distintivo è il rapporto che ha rispetto al terroir – dice Carlo Petrini -. Che è un qualcosa di più che il territorio perché nel terroir c’è anche la storia, c’è anche l’identità di un paesaggio. In Italia da questo punto di vista c’è una ricchezza straordinaria e tutto questo è coniugato con un’altra ricchezza che è la biodiversità dei vitigni».

La terza annata dei “Signori del vino” parte dal Trentino Alto Adige, una regione ricca di eccellenze vitivinicole: dagli spumanti a metodo classico ai vini dolci, passando per rossi e bianchi storici. I conduttori accompagneranno il pubblico di Rai2 in alta quota, tra le vigne più alte d’Italia, dove sapienti vignaioli sono stati in grado di lavorare terre dalle pendenze estreme.

  • Hai imparato qualcosa di nuovo da questa pagina?
  • Si   No
SlowFood, Prendici Gusto, diventa socio
comments powered by Disqus