Pasta a bassa energia

(Commenti 11)
Harold McGee, autore del volume Keys to Good Cooking: A Guide to Making the Best of Foods and Recipes, ci illustra come cuocere la pasta in un modo originale, ma soprattutto più “ecologico”.

Sotto il video esplicativo (in inglese), ma per chi non ha dimestichezza con l’idioma d’Albione, vi diamo un breve riassunto, anche se di per sé è molto semplice e intuitivo.

Harold McGee ci dice di utilizzare una padella per friggere. Mettere la pasta e poi acqua fredda salata fino a ricoprirla. Accendere il fuoco e togliere la pasta quando è cotta secondo i nostri gusti (al dente, giusta, più morbida ecc.).
Grazie a questo metodo, l’acqua utilizzata sarà molto meno di quella che di solito ci serve per riempire una pentola, risparmieremo tempo poiché non dobbiamo aspettare che l’acqua bolla e poi il tempo di cottura della pasta, e di conseguenza useremo molto meno gas.

La pasta non si attaccherà poiché viene immersa nell’acqua fredda. Inoltre, dopo aver tolto la pasta, potete utilizzare l’acqua residua salata e ricca di amido per le vostre salse o sughi.

A molti tradizionalisti farà storcere il naso questo metodo a stelle e strisce, però perché non provare?

  • Hai imparato qualcosa di nuovo da questa pagina?
  • Si   No
SlowFood, Prendici Gusto, diventa socio
comments powered by Disqus