Lingua Madre, a Silvija Mitevska il premio speciale Slow Food Terra Madre

Macedone di Skopje, nata nel 1979, Silvija Mitevska è la vincitrice della XII edizione del Premio Speciale Slow Food-Terra Madre nell’ambito del Concorso letterario nazionale Lingua Madre. Il premio è assegnato all’autrice straniera del racconto maggiormente ispirato ai temi legati al cibo e alla sua produzione, tra quelli selezionati dalla giuria.

Silvija Mitevska ha pubblicato nel 2015 il suo primo libro di racconti in Macedonia, dal titolo Mentre Dante dorme (“Ili Ili” Editrice, Skopje). Nella sua città d’origine ha conseguito un Master in Diritti umani presso l’Istituto per le Ricerche Politiche e Sociali. È mamma, scrittrice, attivista in ambito sociale, con una sfrenata passione per la natura e lo sport. Per due anni ha lavorato con Medici Senza Frontiere in Macedonia, aiutando i migranti in transito sulla rotta balcanica dal Mediterraneo. Oggi il suo impegno civile prosegue ed è presidente di un’organizzazione non governativa, che avvicina i giovani e le giovani allo sport, usandolo come veicolo per combattere le differenze di genere e aumentare la coesione sociale.

Il racconto Il sogno di Lucia le è valso il riconoscimento di quest’anno, assegnato con la seguente motivazione: «Per la capacità nel descrivere la potenza dei sogni che sono in grado di plasmare la nostra identità. Il sogno, in questo caso, riguarda un paese, l’Italia, diverso dal paese d’origine della narratrice, la Macedonia. E l’identità di un paese altro viene assorbita e conosciuta poco per volta, fin dall’infanzia, attraverso i libri, la lingua, la musica… È possibile avere radici diverse? Sentire che la propria casa è in due posti tanto diversi? Per Silvija si direbbe di sì».

La premiazione si terrà come ogni anno nell’ambito del Salone Internazionale del Libro di Torino, alla presenza del direttore Nicola Lagioia: l’appuntamento è per lunedì 22 maggio 2017 alle ore 13.30, presso l’Arena Piemonte.

Il racconto sarà pubblicato nell’antologia Lingua Madre Duemiladiciassette. Racconti di donne straniere in Italia (edito nell’autunno 2017 da Seb27) e – on-line – sui siti di Slow Food e Terra Madre.

Il Concorso Lingua Madre, ideato nel 2005 da Daniela Finocchi, è un progetto permanente della Regione Piemonte e del Salone Internazionale del Libro di Torino. Si tratta del primo premio letterario ad essere espressamente dedicato alle donne straniere – anche di seconda o terza generazione – residenti in Italia che, utilizzando la nuova lingua d’arrivo (cioè l’italiano), vogliono approfondire il rapporto fra identità, radici e mondo “altro”.

Una sezione speciale è riservata alle donne italiane che vogliano raccontare storie di donne straniere che hanno conosciuto, amato, incontrato e che hanno saputo trasmettere loro “altre” identità.

Il concorso letterario vuole essere un’opportunità per dar voce a chi abitualmente non ce l’ha, cioè gli stranieri, in particolare le donne che nel dramma dell’emigrazione/immigrazione sono discriminate due volte. Un’opportunità di incontro e confronto, perché il bando non solo ammette ma incoraggia la collaborazione fra le donne straniere e italiane nel caso l’uso della lingua italiana scritta presenti delle difficoltà.

La XIII edizione del Concorso letterario nazionale Lingua Madre è in corso e scadrà il 31 dicembre 2017.

Per approfondimenti e altre informazioni è possibile consultare il sito ufficiale di Lingua Madre.

  • Hai imparato qualcosa di nuovo da questa pagina?
  • Si   No
SlowFood, Prendici Gusto, diventa socio
comments powered by Disqus