Eventi & News

La Comunità Slow Food del Riccio Di Mare Santa Marinella e Civitavecchia è una realtà!

 

il 19 aprile scorso si è costituita la “Comunità Slow Food del Riccio di Mare Santa Marinella e Civitavecchia”; la Comunità è stata presentata in anteprima durante Slow Fish 2023 a Genova, e ratificata ufficialmente da Slow Food ad inizio luglio.

 


La Comunità Slow Food è un importante istituto previsto dalla Fondazione SlowFood nell’ambito della Dichiarazione di Chengdu, per la tutela e la promozione gastronomica sostenibile di prodotti tipici nel mondo, e forte delle iniziative che sapremo organizzare e del network internazionale di Slow Food, la nostra Comunità potrà essere un’importante strumento di tutela e di valorizzazione di questa importante risorsa del nostro territorio.

Il riccio di mare di questa parte della costa italiana presenta caratteristiche organolettiche particolari (come illustrato ampiamente nella scheda Riccio di Mare – Arca del Gusto – Slow Food), ma si tratta anche di una specie che pur rappresentando un’importante tassello dell’equilibrio biomarino del Mediterraneo, è oggi a rischio estinzione per motivi diversi, tra i quali anche la pesca abusiva da parte di bracconieri provenienti da tutta Italia.

La Comunità si propone di:
-promuovere e rendere partecipata la conoscenza del riccio come elemento importante dell’equilibrio marino, e rendere diffusa la difesa di questo echinoderma tra i più giovani,;

-promuovere abitudini di consumo sostenibili; informare i consumatori locali, individuali e professionali, e coinvolgerli nella vigilanza e nel rifiuto del prodotto proveniente da raccolta illegale, creando meccanismi di gratificazione ed incentivi all’adesione;

-informare con campagne di comunicazione sulle leggi che regolano la raccolta e sul rispetto del periodo riproduttivo, cominciando dai più piccoli;

-collaborare con le istituzioni e con le autorità locali, e nel contempo, con analoghe realtà europee per contribuire ad alzare il livello di attenzione verso la tutela ambientale e l’anti bracconaggio;

Azioni previste

– informazione nelle scuole e al pubblico durante il fermo riproduttivo;

– apertura di canali social e di strategie on web/off web per coinvolgere nella comunità un numero crescente di attivisti,

– utilizzo delle grandi opportunità mediatiche offerte dalla realtà Slow Food per parlare del nostro territorio e del suo prodotto.

– Coinvolgimento dei ristoratori locali, e adesione al rifiuto di prodotti illegali attraverso iniziative specifiche di marketing e promozione compensativa.

Al momento stiamo progettando una prima importante iniziativa di apertura e di disseminazione degli obiettivi, il: “ Festival del Riccio di Mare” : Location: Santa Marinella/Santa Severa, Civitavecchia; ed eventuali altre location laziali con analoghe caratteristiche bio marine che vorranno partecipare;
Date: da definire tra fine ottobre e prima metà novembre 2023;
Durata: un week end lungo, da giovedì sera a domenica.

Iniziative in progetto:

– Convegno scientifico: “Il Riccio di mare: tra prelibatezza ed estinzione”

– Proposta ai ristoratori per il periodo:
-prezzo promozionale degustazione di piatti al riccio,
– partecipazione alla gara tra i ristoratori per la migliore ricetta della costa,

– “ Andiamo a salvare il Riccio” Serata culturale gastronomica di presentazione e promozione della Comunità,

– Laboratori gastronomici divulgativi e incontri sulla tutela dell’ambiente marino;

– Festa domenicale finale con laboratorio tematico per i piccoli, dimostrazioni, immersioni guidate, assaggi, merchandising, etc.

 

di Angelo Fanton, portavoce della Comunità Slow Food del Riccio di Mare di S. Marinella e Civitavecchia

 

Contatti:comunitaricciodimare@gmail.com                                                                                         www.cibofuturo.it/comunitàslowfood