Eventi & News

Idi Adrianensi

CUSTODIAMO IL PASSATO PER IMMAGINARE IL FUTURO

Storia di una tre giorni da sogno.

Quando la cultura e il cibo si fanno unica ricerca succede che ti ritrovi a partecipare al mercato della terra, a uno spettacolo di gladiatori, a danze antiche, poi romanticamente con il sole che lascia il giorno ti riscalda la lettura delle memorie di Adriano, accompagnate da una musica avvolgente.

Adriano, Antinoo, gli schiavi, le terme, persino la mensa riprendono vita, emti pare di sentirli tanto sono brave le archeologhe a raccontarlo e gli attori a interpretarli, e rimani in religioso silenzio, perchè solo il silenzio ti permette di viverti un’esperienza

Infine ti ritrovi a condividere la cena e assaporare cibi archeologici, pani archeologici con persone che potrebbero continuare ad affascinarti ancora per ore.

Tutto questo grazie alla condotta di Tivoli e Valle dell’Aniene, grazie all’archeologa del gusto Gabriella Cinelli, a un lavoro di ricerca continuo che non inizia da un ingrediente ma dall’attesa e dall’osservazione, inizia dal sentire che un corpo inerte che noi mangiamo diventa vivo dentro di noi, diventa vivente con noi. Questa è la rivoluzione che ci piace pensare, quella che ti riporta a casa felice di esserne stati partecipi.

20 anni di impero con la presunzione che la filosofia, l’arte, l’architettura e la cultura avrebbero cambiato il mondo, non le guerre, non il potere, ma il potere della cultura, l’unica che non lascia vittime ma persone nuove.

“Stupido l’uomo quando si illude che una fronte contenga un pensiero” dalle memorie di Adriano.

Roberta Pascali