Eventi & News

GIORNATA INTERNAZIONALE DELL’ACQUA

 

 

Il 22 Marzo si celebra la giornata internazionale dell’acqua istituita nel 1992 dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite e prevista nell’Agenda 21, con l’obiettivo di sensibilizzare i Paesi del Mondo “sull’importanza di ridurre lo spreco di acqua e di assumere comportamenti volti a contrastare il cambiamento climatico”.

La scarsità d’acqua colpisce più del 40% della popolazione globale e nel rapporto mondiale delle Nazioni Unite sullo sviluppo delle risorse idriche 2021 viene ribadita la necessità di attuare interventi che consentano una gestione più efficiente e consapevole dell’acqua.

Entro il 2030, l’Agenda Onu per lo Sviluppo Sostenibile, con l’Obiettivo n. 6 vuole garantire l’accesso universale ed equo all’acqua potabile perché è una risorsa indispensabile alla sopravvivenza dell’umanità e dell’ambiente. Infatti, l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite (risoluzione 64/292)  riconosce l’acqua potabile e i servizi igienico-sanitari come un diritto umano universale ed essenziale per il pieno godimento della vita e di tutti gli altri diritti fondamentali della persona.

Ma ci duole ribadirlo: nel 2011, nonostante il popolo italiano abbia espresso attraverso il voto referendario la volontà di rendere la gestione dell’acqua un servizio pubblico, a tutt’oggi il risultato referendario è stato disatteso.

L’acqua è un bene comune, un diritto universale dell’intera comunità mondiale, deve essere pubblica e non privatizzata o merce alla quale attribuire un valore commerciale.

È improcrastinabile attuare delle scelte politiche che mirino ad un’ attenta e sostenibile gestione locale e nazionale della risorsa acqua e che riflettano azioni che riducano gli sprechi e le perdite delle reti idriche: nel Lazio più del 60% dell’acqua viene dispersa a causa di tubature ammalorate e non più efficienti.

A causa del riscaldamento globale e delle emissioni climalteranti, dell’aumentato fabbisogno di acqua dovuto al tasso di crescita della popolazione e agli impatti provocati dalle attività agroindustriali, nonché degli sprechi in tutti gli ambiti della nostra vita quotidiana, la disponibilità della risorsa acqua sul nostro pianeta si sta progressivamente riducendo e siamo ormai ad una vera e propria emergenza idrica.

 

Pertanto, la Giornata mondiale dell’acqua del 2023 si concentrerà sull’accelerazione del cambiamento climatico, la crisi idrica e igienico-sanitaria, evidenziando tutte le principali questioni globali, dalla salute alla fame, dall’uguaglianza di genere al lavoro, dall’istruzione all’industria, dai disastri alla pace

È indispensabile sensibilizzare la collettività alla tutela dell’acqua come risorsa, diritto universale, bene comune e compiere azioni virtuose che delineino concretamente un cambio di passo sull’uso più responsabile della risorsa acqua.

Per il bene prezioso “acqua” noi di Slow Food lanciamo l’appello a tutti gli attivisti della nostra rete di adottare comportamenti e agiti virtuosi nei loro ambiti di azione, come per esempio: la somministrazione di acqua potabile dell’acquedotto comunale negli eventi e manifestazioni della nostra associazione e di organizzare momenti pubblici cittadini di divulgazione e promuovere negli Istituti Scolastici un’educazione civica sull’ uso consapevole della risorsa acqua.

Acqua bene prezioso – kit didattico

Ines Innocentini (Direttivo Educazione Slow Food Lazio)