Due piante di olivo per l’Orto di Davide di Livorno

«Prendersi cura dell’orto vuol dire guarire prima, rimanere attivi, sentirci meno malati. Prendersi cura dell’orto vuol dire prenderci cura di noi stessi»: la testimonianza di un ospite del reparto di pediatria dell’Ospedale di Livorno, diventato uno specialissimo Orto di Davide nel 2017.

L’iniziativa Orti di Davide ha lo scopo di diffondere l’educazione alimentare e del gusto di Slow Food nelle scuole internazionali per ricordare un collega dell’Ufficio Educazione di Slow Food Italia, Davide Ghirardi, che si è dedicato al progetto, lavorando alla sua nascita e al suo sviluppo. Oltre al reparto di pediatria dell’Ospedale di Livorno, ad oggi la rete degli Orti di Davide comprende l’Orto comunitario del villaggio FESFOP in Senegal e l’Orto scolastico di Yipalgu in Ghana. 

Domani l’Orto di Davide di Livorno si arricchirà ulteriormente con due piante di olivo piantate nell’aiuola antistante il reparto di pediatria.
A promuovere l’iniziativa è la Condotta Slow Food Livorno che già da diversi anni sta portando avanti all’interno del reparto il progetto Orto in Corsia per i piccoli degenti. 

Il reparto infatti è dotato di un carrello/giardino che è stato acquistato grazie alle vendite dei piccoli ortolani livornesi che nelle scuole della città seguono il progetto didattico Orto in Condotta, in occasione del loro annuale mercato contadino.
Sarà un’occasione in più per avvicinare i piccoli del reparto pediatria alla coltivazione della terra e all’importanza di una sana alimentazione: olivo e olio sono per Slow Food percorsi didattici per la tutela della salute e dell’ambiente. Oltre all’orto “su ruote” con piante da coltivare in reparto si avrà quindi anche un’area esterna con olivi, un vero e proprio orto. L’area sarà intitolata a Davide Ghirardi, visto che i fondi donati dalla famiglia ne hanno permesso la realizzazione.

Alla cerimonia di piantumazione parteciperanno Fiamma Tofanari e Valentina Gucciardo di Slow Food Livorno, promotrici del progetto, il direttore del presidio ospedaliero Luca Carneglia, il primario di pediatria Fabrizio Gadducci, le insegnanti del Circolo Collodi che in questi anni si sono alternate nelle attività della sezione ospedaliera, e il vivaio Giardino Signorini che ha donato le due piante di olivo e che provvederà alla loro piantumazione.

L’iniziativa Orto in Corsia: due olivi per l’Orto di Davide rientra nel calendario del Settembre Pedagogico 2018.

Gli orti Slow Food di Livorno, assieme ai quasi 500 Orti in Condotta della rete italiana, il prossimo 12 novembre celebreranno la Festa Nazionale di Orto in Condotta, che quest’anno farà scoprire a quasi 15000 bambini il mondo dello zucchero, all’interno del più ampio tema della relazione tra Cibo e salute.

 

Per consentire al progetto degli Orti di Davide di crescere ancora abbiamo bisogno anche del vostro aiuto! 

Banca Prossima Spa
IBAN: IT14S0335901600100000062126
Intestato a Slow Food Italia
Causale: Orti di Davide

 

 

Back to the archive