Che le carote non crescono sugli alberi, lo sanno ormai in tanti, ma che i ravanelli si raccolgono anche sul balcone non è una informazione molto diffusa. Per non parlare delle erbe aromatiche per profumare i piatti, dei fiori giusti per attirare gli insetti, della pacciamatura per conservare il suolo, del compost per trasformare i rifiuti in nuovo nutrimento...
Coltivare il proprio cibo è divertente, interessante e rivoluzionario: il corso Master of Food di Orticoltura non fornisce un metodo precostituito né una soluzione alle tante difficoltà che si incontrano nella coltivazione, in orto e sul balcone. Il corso si propone di ragionare insieme sui grandi temi dell'orticoltura e di invogliare al ritorno ad alcune pratiche antiche, quali la conservazione dei semi e l'osservazione della natura.
Le lezioni potranno essere integrate con una visita in un orto che si distingue per le tecniche orticole adottate, le sementi utilizzate, l'organizzazione di chi ci lavora. Oppure organizzate direttamente in orto...

Prima lezione
Guardarsi intorno
Le necessità dell'orto e di chi lo coltiva.
I principi da seguire per un orto slow.
Il suolo: analisi, tutela e scelta.
Il compost e l'uso dell'acqua.

Seconda lezione
Ambiente ed equilibrio
Orti scolastici, urbani, comunitari, sociali: i progetti di Slow Food.
La progettazione delle coltivazioni.
Cenni su alcune pratiche utili: rotazione e conosociazione.
Le possibili difese nell'orto.

Terza lezione
La pianta
I semi: tipologie, scelta, conservazione.
Biologico e biodinamico, cenni sulle certificazioni.
I Presìdi Slow Food: un esempio di certificazione.