È il momento delle zucchine trombette

Questa settimana consigliamo le zucchine che, come da copione stagionale, si trovano abbondanti e a prezzi buoni in tutta Italia. Ma lo facciamo soprattutto a favore di chi vive in Liguria, in Piemonte e zone limitrofe. Sì, perché le zucchine trombette, un’eccellenza assoluta proveniente in gran parte dalla provincia di Imperia, si vendono al miglior prezzo di tutta la loro annata, a cifre convenientissime. Se pensiamo che normalmente costano tra i 5 e i 10 euro al chilo a seconda dei periodi – sono un prodotto molto particolare, non così diffuso – ora invece si possono acquistare tra i 2 e i 3 euro al chilo. Siamo nel pieno di una produzione quest’anno rigogliosa: chi le coltivava in serra ne ha ancora e anche chi le ha a dimora in campo aperto o negli orti ha iniziato a fare ottimi raccolti.
La zucchina trombetta da giugno inizia a strisciare sul terreno e ad arrampicarsi dove trova appiglio, su canne e tutori, ma anche sui caratteristici pergolati delle case di campagna. Viene raccolta a uno stato vegetativo molto anticipato rispetto alla maturazione completa (più avanti possono venirne fuori delle belle zucche, di grandi dimensioni) e ricorda la trombetta che le dà il nome, con un aspetto tubolare e sottile, buona lunghezza e lievi rigonfiamenti alle estremità. Dovrebbero essere acquistate a una taglia di non più di venti o venticinque centimetri, con la pelle ben tesa (appena sono meno fresche o un po’ “vecchie” raggrinzisce in fretta). Hanno la polpa un po’ diversa dalle altre zucchine: di un giallo pallido, molto tenera e compatta, decisamente meno acquosa delle “cugine”. Il sapore è delicatissimo, come il profumo che sprigionano in cotture non aggressive, rispettose della materia prima. Si abbinano bene sia con ingredienti di terra sia con ingredienti di mare e sono onnipresenti nella cucina ligure, i cui ricettari ci offrono un mucchio di spunti per questa settimana caratterizzata dalla convenienza nel comprarle: si va dalle tipiche torte salate alle frittate, oppure si possono fare ripiene o, ancora, abbinare con successo a quasi ogni tipo di pesce, mollusco o crostaceo.
Certo, nel resto d’Italia saranno meno facili da trovare – anche se si stanno diffondendo in “altri orti” – ma laddove il caldo ha cominciato a farsi sentire non mancheranno varietà locali di zucchine, convenienti e gustose, da consumare il più presto possibile una volta raccolte. 
Da La Stampa, 5 luglio 2014, rubrica Sabato al mercato a cura di Carlo Bogliotti

 

 

 

 

 

 

 

 

 

  • Hai imparato qualcosa di nuovo da questa pagina?
  • Si   No
SlowFood, Prendici Gusto, diventa socio