Per Slow Food un mese di iniziative legate agli orti scolastici

Settimane particolarmente intense, per le attività legate agli orti scolastici di Slow Food.
Il primo appuntamento è per mercoledì 30 novembre, a Settimo Torinese: viene suggellata la collaborazione tra la Condotta Torinese Nord-Est, il Comune e la Scuola Media “Gramsci” per dar vita a un orto che sarà curato dai ragazzi sotto la guida degli insegnanti e di un esperto ortolano.
Alle 17,30, presso la Scuola Gramsci, si tiene una conferenza stampa per raccontare le caratteristiche di questo progetto che, oltre alle coltivazioni di prodotti tipici locali come il cavolo verza di Settimo e altri ortaggi del territorio, prevede un ciclo di incontri formativi per gli insegnanti e momenti di coinvolgimento delle famiglie. I docenti di Slow Food guideranno poi alcune attività sensoriali nelle classi e Laboratori del Gusto con i prodotti dell’orto. All’incontro con la stampa e le famiglie saranno presenti il fiduciario Slow Food Paolo Vaccarino, l’assessore alle politiche educative Giorgio Cesini, la dirigente scolastica Gianna Meiach e Davide Ghirardi dell’ufficio educazione del gusto di Slow Food.

Il 1° dicembre, sempre nel torinese, verrà siglato il protocollo d’intesa tra il Comune di Moncalieri, la condotta Colline Torinesi e la direzione didattica del IV circolo per far entrare nella rete degli school garden l’orto della scuola dell’infanzia “La Gabbianella”. Un orto, quello della scuola di frazione Testona, già conosciuto da molti per l’intuito delle insegnanti che, alcuni anni fa, in risposta a una grave intossicazione alimentare che coinvolse le mense di Moncalieri, pensarono che il miglior modo per recuperare un buon rapporto tra bambini e cibo dovesse passare attraverso l’esperienza diretta della coltivazione e della conoscenza delle produzioni agricole della collina torinese.

La prima settimana di dicembre vedrà ancora altre due iniziative di educazione alimentare e del gusto: si concluderà il corso di formazione sugli orti scolastici con gli insegnanti della scuola primaria di San Mauro Torinese e nel week-end formatori e docenti Slow Food si ritroveranno nel centro di educazione del gusto di Prato per mettere a punto importanti novità legate alla didattica dell’orto.

Il 6 dicembre, guidati dal governatore Slow Food Walter Bordo, con la prima lezione del corso sugli School Garden, gli insegnanti della Scuola Media Garascio di Dolceacqua (Im) impareranno a conoscere e a selezione le produzioni ortofrutticole di qualità del ponente ligure per poi individuare le coltivazioni da introdurre nel loro orto.

Concludiamo la carrellata di appuntamenti con la conferenza stampa prevista il 15 dicembre per presentare l’orto scolastico dell’istituto comprensivo di Iseo.

Per maggiori informazioni: Slow Food – Ufficio Educazione del Gusto Davide Ghirardi, Angela Berlingò Tel. 0172 419628/674 educazione@slowfood.it – www.slowfood.it

  • Hai imparato qualcosa di nuovo da questa pagina?
  • Si   No