Eccellenti e Solidali – Roma, Palazzo Rospigliosi, via XXIV maggio, 43

Sabato 3 dicembre 2005, la Fondazione Slow Food per la Biodiversità Onlus organizza a Roma Eccellenti e solidali.
L’evento – che si tiene nella splendida cornice di Palazzo Rospigliosi, a pochi passi dal Quirinale – vede la partecipazione di una straordinaria selezione di aziende vinicole e di artigiani del cibo. Per un’intera giornata è possibile conoscere personalmente i grandi nomi dell’enogastronomia italiana, degustare i loro prodotti (vini, grappa, pani, salumi, formaggi, cioccolato, caffè, gelati…), assaggiare una selezione unica di prodotti di Presìdi e conoscere i progetti avviati da Slow Food, grazie a un programma di conferenze, incontri e documentari.
Il ricavato della giornata va alla Fondazione Slow Food per finanziare Presìdi nei Paesi in via di sviluppo.
Programma
Ore 11 – Tavola rotonda: L’agricoltura del futuro: buona, giusta, sostenibile
Intervengono: Giovanni Alemanno, Ministro per le Politiche Agricole e Forestali
Carlo Petrini, Presidente di Slow Food
Paolo Bedoni, Presidente Coldiretti
Piero Sardo, Presidente della Fondazione Slow Food per la Biodiversità
e altre personalità del mondo della politica, dello spettacolo, dell’informazione e della produzione agroalimentare di qualità

Ore 19.00 – Talk show sul vino italiano con i produttori e Carlo Petrini
Moderano: Antonio Paolini (giornalista de Il Messaggero) e Luca Zanini (giornalista de Il Corriere della Sera)

Dalle 11 alle 23 – Percorsi di degustazione: 22 vini delle migliori aziende d’Italia, grappa, pani, salumi, formaggi, cioccolato, caffè, gelati e una selezione unica di prodotti di Presìdi italiani e internazionali

Dalle 14 alle 23 – Proiezione di documentari e video sui Presìdi e sulla biodiversità

Per la partecipazione, l’offerta minima è di 30 €
Filosofia e obiettivi
Eccellenti e Solidali è il primo grande evento della Fondazione Slow Food per la Biodiversità Onlus nella capitale, realizzato in collaborazione con Coldiretti.

L’attività di Slow Food si va orientando verso il sostegno delle comunità del cibo, in particolare nei Paesi più svantaggiati. Terra Madre, meeting internazionale svoltosi nell’ottobre del 2004 in concomitanza con il Salone del Gusto, ha dimostrato l’esistenza di un collegamento forte e di un linguaggio comune fra chi produce cibo di qualità nelle varie aree del mondo, dagli Stati Uniti al Burkina Faso, dalla Malesia al Cile.

Per questo ci siamo rivolti in primo luogo ai produttori dell’eccellenza italiana, invitandoli a partecipare attivamente a questo evento. Eccellenti e Solidali coniuga i due temi portanti delle strategie Slow Food: la conoscenza della produzione artigianale di qualità e il supporto all’agricoltura sostenibile. Ciò che lega i vini, i formaggi, i dolci e i salumi presenti a palazzo Rospigliosi alle papas andine, al riso del Madagascar, ai formaggi armeni, insomma ai progetti di Slow Food nei paesi deboli, è che ciascuna di queste produzioni deve porsi l’obiettivo della qualità come strategia fondante della propria sopravvivenza. Qualità, beninteso, non solo organolettica, ma che si allarga a comprendere le categorie del giusto e del sostenibile. Solo assumendo questa prospettiva i piccoli produttori avranno la speranza di resistere alle aggressioni della globalizzazione.

Eccellenti e Solidali propone dunque un incontro con i migliori produttori vinicoli e alimentari d’Italia, i quali illustreranno il risultato del loro lavoro. L’evento prevede un percorso di degustazioni, ma anche la presentazione dei principali progetti della Fondazione Slow Food per la Biodiversità Onlus e la proiezione di video e documentari dedicati ad alcuni Presìdi (progetti internazionali a sostegno dei piccoli produttori artigianali di qualità).

Sarà inoltre possibile degustare una selezione unica di prodotti dei Presìdi, dal pecorino di Farindola al riso Basmati di Dehradun (India), dalla pitina friulana al caffè delle terre alte di Huehuetenango (Guatemala).

L’incasso della giornata sarà devoluto alla Fondazione Slow Food per la Biodiversità Onlus a sostegno di progetti nel Sud del mondo. Il ricavato servirà per sviluppare, attraverso la Fondazione, una rete solidale globale della qualità, in cui ruolo determinante hanno i produttori italiani, tra i migliori del mondo, ma minacciati anch’essi dalle strette di un mercato sempre meno selettivo e sempre più dominato da pure logiche quantitative. Solidali, dunque, non solo per offrire aiuto, ma per mettersi in gioco schierandosi dalla parte della qualità buona, giusta e sostenibile.
I protagonisti
Le cantine: Allegrini, Arnaldo Caprai-Val di Maggio, Bellavista, Cantina Sociale di Santadi, Casale del Giglio, Castello Banfi, Castello della Sala, Contadi Castaldi, Coppo, Damilano, Duca di Salaparuta-Vini Corvo, Feudi di San Gregorio, Firriato, La Spinetta, Masciarelli, Nino Negri, Planeta, Roberto Anselmi, San Patrignano, Superwhites Friuli, Tenuta Col d’Orcia, Zenato, Distillerie Nonino.

I produttori: Gli Aironi-Riso da cinque generazioni, Beppino Occelli, Caseus Montanus-Le Olimpiadi dei formaggi di montagna, Prosciuttificio Dok Dall’Ava, Domori Cacao Cult, Loison pasticcieri dal 1938, Rivabianca Caseificio coop-Paestum, Olio Roi.

I Presìdi Slow Food: bitto Valli del bitto, bottarga di Orbetello, caciofiore della campagna romana, cuddrireddra di Delia, culatello di Zibello, fico dottato cosentino, fiore sardo dei pastori, lardo di Colonnata, lenticchie di Onano, limone sfusato di Amalfi, pane di Altamura, paste di meliga del Monregalese, pecorino di Farindola, pecorino della Montagna Pistoiese, pitina, puzzone di Moena, robiola classica di Roccaverano, salumi di suino nero dei Nebrodi, stravecchio di malga dei sette comuni, susine bianche di Monreale, ur-paarl, caffè delle terre alte di Huehuetenango (Guatemala), cacao nacional (Ecuador), guaranà dei Sateré Mawé (Brasile), riso basmati di Dehradun (India), vaniglia di Mananara (Madagascar).

L’evento è realizzato con il sostegno di:
Camera di Commercio di Roma, Acqua Gaudianello Leggera, Spigelau Caraiba
e con la collaborazione di:
Menodiciotto Il Gelato, Rancilio macchine per caffè, Vivai Tintori

Ufficio stampa Slow Food
Valter Musso – Paola Nano – Francesca Rosso
0172 419615 – /45 – /66
v.musso@slowfood.it – p.nano@slowfood.it – f.rosso@slowfood.it
Segreteria: Francesca Barengo 0172 419653 f.barengo@slowfood.it

  • Hai imparato qualcosa di nuovo da questa pagina?
  • Si   No