Decreto legge sulla coesistenza.Slow Food: un provvedimento utile e necessario,

Slow Food esprime soddisfazione per l’approvazione da parte del Consiglio dei Ministri del decreto-legge proposto dal Ministro Giovanni Alemanno sulla coesistenza tra le colture transgeniche, convenzionali e biologiche. Un provvedimento che da tempo Slow Food, insieme a tanti altri soggetti (organizzazioni contadine, associazioni ambientaliste e di consumatori), aveva sollecitato per dare garanzie agli agricoltori e ai consumatori, i quali hanno manifestato chiaramente come il rispetto del principio di precauzione, e la salvaguardia della libertà di scelta siano le vere esigenze del momento.

Questo provvedimento è solo un primo passo verso la regolamentazione della coesistenza di colture diverse. Ancora due importanti tappe si devono affrontare. Il Parlamento, infatti, è chiamato a convertire il Decreto in legge, e i consigli Regionali e delle Province autonome devono varare, entro il 31 dicembre 2005, i piani di coesistenza e le regole tecniche per assicurarla.

Al Parlamento chiediamo di confermare l’impianto del Decreto, migliorandolo con l’introduzione di regole chiare per la gestione delle coltivazioni nelle zone a ridosso dei confini regionali e sanzioni più severe, precise e certe per i responsabili di contaminazioni dopo la caduta della moratoria, cioè dal 2006.

Alle Regioni e alle Provincie autonome raccomandiamo di tenere conto delle precise istanze che giungono dal mondo agricolo, dalla ristorazione e dai consumatori, tutti concordi nel manifestare con evidenza la volontà di privilegiare le colture tradizionali di qualità e la trasparenza nella filiera produttiva.

Slow Food ribadisce comunque la propria scelta OGM-free. Promuove una filosofia produttiva che punti sulla qualità, sulla biodiversità, sul rispetto dell’ambiente, del benessere animale, della salute e del piacere del consumatore. Sostiene un’agricoltura che utilizzi razionalmente le risorse senza sfruttarle a discapito dell’equilibrio ecologico, e che non abbia come unico parametro la quantità.

  • Hai imparato qualcosa di nuovo da questa pagina?
  • Si   No