Ciao Matteo

Matteo Rugghia aveva la tessera di Socio Slow Food numero 181. 

Il suo amore per il suo territorio, i produttori e gli osti, i buoni cibi della Ciociaria lo avevano portato in Slow Food e lo avevano reso fin da subito protagonista nella Condotta di Sora.
Poi è venuta la lunga collaborazione con Osterie d’Italia – è annoverato tra i collaboratori dell’edizione 2018, appena pubblicata. È stato responsabile del Presidio Slow Food della Marzolina, un piccolo formaggio che un tempo si produceva nel primo periodo di lattazione della capra, appunto a marzo, sul versante laziale del Parco Nazionale d’Abruzzo. Lo ricordo a Cheese, al Salone del Gusto e a Terra Madre, in molti appuntamenti assembleari e congressuali fin dall’inizio degli anni 90. E ci mancherà, per la sua concreta partecipazione. Per le sue buone idee e per il suo operato continuo e impegnato.
Ciao Matteo, a nome di tutta Slow Food.
Daniele Buttignol
Segretario generale di Slow Food Italia

  • Hai imparato qualcosa di nuovo da questa pagina?
  • Si   No
SlowFood, Prendici Gusto, diventa socio
comments powered by Disqus