Atlante Slow Food dei prodotti regionali italiani: il libro che non può mancare in una libreria slow

atlante coverÈ possibile raccontare l’Italia attraverso i suoi prodotti? Con l’Atlante Slow Food dei prodotti regionali italiani – da poco tornato in libreria in una nuova edizione ampliata e approfondita – Slow Food mette a punto un censimento ricco e completo delle produzioni italiane più caratteristiche e rappresentative. Una nuovissima sezione dedicata a tutti i formati di pasta della nostra tradizione si va ad aggiungere ai tanti formaggi, salumi, pani e dolci raccontanti: tappe significative di un viaggio che esplora, regione per regione, le storie dei prodotti che rendono il nostro territorio famoso in tutto il mondo.
Per festeggiare l’uscita del volume in libreria vi proponiamo in anteprima l’introduzione: scoprite subito le novità di un Atlante che non può mancare nella libreria dell’appassionato di gastronomia, dell’amante della tradizione o anche del semplice lettore curioso:

Slow Food racconta i territori attraverso i loro prodotti e, per farlo, risale la strada percorsa nel tempo dalle tradizioni gastronomiche per individuarne la vera area d’origine. Questo è da sempre, per noi, un lavoro sorprendente. Perché i risultati ci dicono – e questo Atlante Slow Food dei prodotti regionali italiani lo testimonia – che la gastronomia nazionale, così come spesso contribuisce a delimitare i confini regionali, altrettante volte li scavalca. Prodotti, quindi, che abbiamo sempre creduto appartenere a una determinata regione (compresa la nostra) ci raccontano realtà ben diverse, parlando talvolta persino lingue straniere; e inoltre, dove noi cerchiamo di delineare confini gastronomici, loro ci smentiscono, tessendo inaspettati fili d’unione.
atlanteinternoEd è proprio questo continuo spostarsi di confini, unito alla vitalità della scena produttiva italiana, che ci ha spinti a rimettere mano a un volume pubblicato per la prima volta nel 2012, aggiornandolo con l’inserimento di nuove Dop e Igp, rendendolo specchio fedele della realtà di oggi, e inserendo – grande novità – una categoria merceologica, quella della pasta, che qualche anno fa avevamo lasciato da parte. Ancora una volta avremo un atlante in grado di portare il lettore a passeggio tra comuni e province, vallate e alpeggi, a scovare le produzioni più tipiche o quelle di maggiore interesse. Un libro che ne racconti origini, nomi, particolarità; le tradizioni e le ricorrenze alle quali sono (o erano) legate. L’Atlante ci parla di prodotti noti – che tutti apprezzano e che spesso ci rendono famosi nel mondo –, di quelli che godono del riconoscimento di una denominazione d’origine o di un’indicazione geografica, e di quelli che, meno conosciuti, sopravvivono in un ristretto mercato locale, realizzati in piccole e medie quantità e talvolta sostenuti dai progetti dei Presìdi Slow Food.
Abbiamo messo il naso tra i segreti di casari, norcini, pastai, panettieri e pasticcieri. Schede, immagini, icone, glossari: strumenti per addentrarsi in questo modo, per approfondirlo, per conoscere i processi produttivi di formaggi, salumi, paste, pani e dolci; per scoprire quali fatiche comportano e da quali necessità o stratagemmi sono nati. E comprendendoli meglio, stimandone il valore alimentare e umano, potremmo essere portati ad assaporarli con più attenzione, a ricordarli meglio, a pagarli il giusto; o magari anche a capire perché alcuni di essi non ci piacciono.
Un ampio assaggio da consultare quando ci sarà una curiosità, un dubbio, o da portare con sé in viaggio, per provare ad apprezzare un territorio partendo anche dai suoi prodotti e dalle imprese dei suoi produttori.

Atlante Slow Food dei prodotti regionali italiani

702 pp.

22 € – Prezzo soci 17,60 €

Trovate l’Atlante in libreria e in offerta sul nostro store!

 

  • Hai imparato qualcosa di nuovo da questa pagina?
  • SiNo